tamara.giorgetti@gmail.com

Crema di cavolfiore viola con cuore di carota e riso integrale

Crema Di Cavolo Violetto Con Cuore Di Carota E Riso Integrale

Terza preparazione per la sfida dell’Mtc di questo mese, “Crema di cavolfiore viola con cuore di carota e riso integrale”, una crema preparata con il cavolfiore violetto siciliano, un cuore di carote e dentro riso integrale, sopra sale di Maldon affumicato arrivato direttamente dall’Inghilterra. Sul cavolo violetto di sicilia ho scritto molto qui e qui.
Se cercate altre ricette andate in quei due link e trovate quelle con il cavolo crudo, buone da mangiare anche adesso che non è caldo e poi quel colore è proprio bello e come si dice? Si mangia anche con gli occhi e soprattutto noi mangiamo con gli occhi. Una preparazione che possono mangiare tutti, anche i bambini, una ciotola di salute.

crema di cavolo viola con cuore di carota e riso integrale

Crema di cavolfiore viola con cuore di carota e riso integrale:

  • 400 g di cimette di cavolfiore viola
  • un piccola cipolla
  • 2 patate medie
  • 4 piccole manciatine di riso integrale
  • 6 carote
  • 50 ml di panna fresca
  • 20 g di burro
  • 20 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 l di brodo vegetale preparato precedentemente – se volete trovate qui la spiegazione

Affettate finemente la cipolla e fatela stufare nell’olio, aggiungete le cimette di cavolfiore, e le patate tagliate a dadini. coprite tutto con il bordo vegetale bollente e fate cucere almeno 30 minuti coperto. Passato il tempo e cotte le verdure frullatele con il minipimer e aggiungete la panna, e il burro. A parte cuocete 4 manciatine di riso e mentre il riso cuoce preparate le carote facendole cuocere a vapore e poi frullatele grossolanamente, metteteci il sale e pepe e un cucchiaino di olio e mettetele da parte. Unite il riso alla crema di cavolfiore, aggiungete il parmigiano e componete la vostra ciotola, (così mi sono immaginata la mia crema, in una ciotola) la crema con il riso e in mezzo un cucchiaio di passato di carote, sopra il sale di Maldon e un po’ di parmigiano. Se non volete aggiungere il riso, fate dei piccoli crostini di pane passati in forno e aggiungete quelli alla vostra crema.

Con questa ricetta partecipo all’mtc53 alla tappa n.53 dell’MtChallenge, sfida decisa dalla nostra Vittoria Traversa del blog “La cucina piccolina”.

crema di cavolo viola con cuore di carota e riso integrale

PicMonkey Collage

Print Friendly

This Post Has 9 Comments

  1. Francesca lanuova

    Difficile commentare le tue proposte,sono davvero una più bella ed interessante dell’altra.Come le tue fotografie…gara o non gara sei davvero una fuoriclasse! I miei più sinceri complimenti per tutto.

    1. TamTam

      Che commento meraviglioso Francesca mi commuovo e sono molto felice, grazie

  2. Michael

    Crucifere, colori, riso integrale. In questa ricetta c’è tutto quello che mi piace e potrei consigliare. Sono sempre in cerca di ricette così, anche se sono prossimo alla pensione ormai.
    Non commento le foto perché mi fanno sempre tanta invidia. Qui Ele mi ha dato delle nozioni, ma non ci riuscirò mai.
    A presto

    Michael

    1. TamTam

      Michel un commento così da una persona come te mi onora, quando vuoi consigli sulsle foto sono disponibile in chat senza problemi, comunque Eleonora è bravissima, grazie ancora mi ha fatto tanto piacere leggerti

  3. alessandra

    e qui siamo all’arte, pura e semplice.
    si tace. e si ammira.

  4. TamTam

    grazie cara speriamo che se ne accorga anche qualcun’altro 😉

  5. Mapi

    E’ vero, questa zuppa la possono mangiare anche i bambini, da tanto è bella, oltre che buona.
    L’anno scorso avevo trovato un cavolo viola e l’avevo comprato subito. L’ho preparato alla mia nipotina di 10 anni, che ne è rimasta incantata: non solo lo ha divorato, ma ha fatto pure una foto che ha mandato a suo fratello su whatsapp!!! 😀

    Un’altra proposta che farà il suo ingresso sulla mia tavola, visto che io le zuppe le mangio tutto l’anno!

    Un beso

    1. TamTam

      Qui ho chiesto al mio ragazzo piccolo di venirmi in aiuto con le sue bellissime mani e edevo dire che la minestra è migliorata, una bella fotografia aiuta un piatto già buono. 😉

  6. Vittoria

    Proprio uno spettacolo di colori e sapori. Ma chi l’ha detto che le minestre sono tristi?
    Questa è bellissima, fa venire voglia di affondarci il cucchiaio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *