tamara.giorgetti@gmail.com

Torta rustica con broccolo fiolaro e patate

Torta Con Broccolo Fiolaro E Patate

Non conoscevo il broccolo fiolaro prima di qualche mese fa, amo le crucifere ma sono tantissime e tutte molto buone e conoscerle non è facile, non tutte crescono in ogni regione, questo, per esempio, è tipico del Veneto. e sono riuscita ad averlo perché l’ho ordinato e me lo hanno recapitato a casa, ma non si può fare così con tutte le verdure che non si trovano nella nostra città. Credo sarebbe giusto che nei mercati ci fossero un po’ tutte le verdure, almeno le  più importanti, perché a Roma non devo trovare gli asparagi bianchi? Oppure le zucche che si trovano al nord, qui si trova quasi solo la zucca gialla quella grande molto acquosa e senza alcun sapore; io le zucche per fare i tortelli e il risotto le ordino sempre da aziende del nord, altro sapore e colore. Così ho deciso di fare la Torta rustica con broccolo fiolaro e patate.
Parlando sempre di torte salate o quiche, ci sono queste 3 ottime mini quiche ai pomodorini, molto belle da portare in tavola, poi non dimentichiamo la quiche al radicchio di Treviso, buonissima che trovate qui, per non parlare della tarte Flamiche ai porri qui, un’altra verdura invernale che adoro.


Ingredienti per “Torta rustica con broccolo fiolaro e patate”:
per la pasta brisè
               °
300 g di farina 0
               ° 125 g di burro
               ° 1 uovo e un pizzico di sale
per il ripieno
               °
500 g di broccolo fiolaro
               ° 500 g di patate tagliate a tocchetti
               ° 2 uova
               ° 50 g di parmigiano grattato, 100 ml di panna fresca

Per la base della mia Torta rustica con broccolo fiolaro e patate, ho messo la farina e il burro nel mixer con il sale e l’ho acceso per pochi secondi, ho aggiunto l’uovo ed è venuto un impasto di giusta consistenza, l’ho raccolto formando una palla che ho avvolto nella pellicola e messo in frigorifero per circa un’ora.

Nel frattempo ho messo in una padella con i bordi alti il broccolo fiolaro che avevo accuratamente pulito togliendo le parti più dure, le patate a tocchetti, un bicchiere d’acqua e ho portato le verdure a metà cottura.

Intanto ho steso in una teglia di 26 cm la pasta brisée e ho fatto una cottura in bianco con i pesetti, per 20 minuti a 180°.

Ho sbattuto le uova, ho aggiunto il sale, il pepe, il pecorino e la panna. Ho tirato fuori dal forno la base di pasta e l’ho fatta intiepidire; ho messo nella base di pasta le verdure, patate e cavolo fiolaro e poi ho versato sopra l’impasto di uova e panna, ho livellato bene e ho infornato.  E’ veramente buona, l’ho mangiata molto volentieri; a Roma non si trova ma io lo ordino e me lo faccio mandare.

Da wikipedia:

Il broccolo fiolaro di Creazzo è una varietà di broccolo inserita nell’elenco dei prodotti tipici veneti, coltivata sulle colline che sorgono intorno a Creazzo in provincia di Vicenza.

Il nome deriva dalla presenza lungo il fusto di infiorescenze che in dialetto sono chiamate fioi ovvero figli. Il broccolo si raccoglie da novembre a febbraio.

La coltivazione di questo ortaggio risale agli antichi romani: Catone il vecchio ne parla riconoscendone le proprietà medicamentose.

Testimonianze affermano che Johann Wolfgang von Goethe nel 1786 ebbe modo di assaggiare questa specialità e ne rimase favorevolmente colpito.

Nel XIX secolo ne erano coltivate 150000 piante, ma nel XX secolo si è assistito a una contrazione della diffusione a favore di specie importate. Solo negli ultimi decenni si è assistito alla ricomparsa di questo alimento sulle tavole dei vicentini, soprattutto per l’interesse dei ristoratori.


Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.