tamara.giorgetti@gmail.com

Tarte Flamiche, quando i porri fanno la differenza

Tarte Flamiche

Tarte Flamiche, quando i porri fanno la differenza. La cosa più buona al mondo se vi piacciono i porri. Io li adoro quindi amo la tarte flamiche, una quiche, una torta con un guscio in pasta brisée,  e l’interno fatto con porri stufati e un appareil preparato con creme fraiche e uova. E’ un ottimo antipasto, adatta ad un brunch o per una cena in piedi, una volta tagliata e messa nei vassoi sparirà in pochi minuti garantito. Avevo già preparato la quiche di porri per un mct, poi è stata preparata per il Tema del mese di un mtc passato, il 46, quello delle MissPie, fu una sfida di grandi soddisfazioni, torte dal mondo. Riproposta qualche giorno da al Club del 27 e adesso la rifarò molto spesso, è una delle torte salate più buone in assoluto. In cucina uso molto i porri, sono toscana e li mettiamo un po’ dappertutto, ci facciamo le frittate, li mettiamo nelle zuppe, e la parte centrale anche nelle insalate, hanno un sapore molto delicato, fra aglio e cipolla? Non lo so io lo trovo dolce e adatto a preparazioni delicate o abbinamenti a sapori forti. Provatelo io non ho fatto la brisée che è nella ricetta ma la brisée di Michel Roux quella con l’uovo e ho fatto una cottura parziale del guscio.

tarte flamiche

Ingredienti per Tarte Flamiche,  quando i porri fanno la differenza:

per la base, o guscio:

  • 200 g farina O (zero)
  • 50 g farina integrale
  • 150 g burro a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 uovo bio
  • 1 cucchiaio di latte fredo (non serve se l’uovo è abbastanza grande)

Mettete in un robot da cucina con la lama la farina, il sale lo zucchero e il burro a pezzetti frullate per pochi secondo e avrete un impasto molto bricioloso, aggiungete l’uovo, (se serve il cucchiaio di latte), accendete di nuovo e frullate ancora per qualche secondo e la pasta sarà pronta, raccogliete la palla con le mani, lavoratela per qualche minuto per incorporare bene tutti gli ingredienti, mettetela su un foglio di pellicola, avvolgetela e riponetela in frigo per almeno mezzora.

Riprendete la pasta e stendetela su un piano di lavoro infarinato e per lo stampo che avete deciso di usare, con questa dose ho rivestito lo stampo che vedete di 26 cm più uno piccolo di 10 cm per una tortina con asparagi.

Mettete lo stampo in forno bucherellatelo con una forchetta o metteteci sopra i fagioli o i pesetti per non farlo gonfiare, io l’ho tenuto solo 30 min.
Ho cotto la mia Flamiche in uno stampo della linea Wald, in realtà in un coperchio della linea in gres, l’azienda Umbra che produce strumenti di cottura in TerraSana. Il Kergrès®, con cui sono fatti gli strumenti di cottura, è un composto di argille pregiate cotte ad alta temperatura così da raggiungere standard di qualità. Una cottura perfetta, da provare, il calore si diffonde in tutta la superficie e la cottura risulta perfetta.

per il ripieno:

  • 3 porri tagliati a rondelle e lavati pari a 400 g
  • 40 g di burro
  • 60 g di crème fraiche (preparata da me con 50 ml di panna + 50 g di yogurt + 1 cucchiaino di limone)
  • 4 uova
  • sale e pepe

Per la crème fraiche: mischiate 50 ml di panna fresca con 50 g di yogurt intero più 1 cucchiaino di limone,  lasciate in frigorifero almeno un’ora.

Pulite i porri e taglieteli a rondelle, metteteli nella padella con il burro e fateli stufare a fuoco basso, non devono assolutamente attaccarsi, fateli asciugare molto bene e aggiustate di sale e pepe e appena tiepidi metteteli sulla base di frolla.

Preparate la crema da versare sui porri. Mescolate le uova, aggiungete la crème fraiche il sale e il pepe, prendete la base già pronta e versate la salsa sui porri, livellate e infornate per 30 minuti a 160°C, tenete presente che la base ha già avuto una parte di cottura quindi il forno non tenetelo molto alto. Quando sarà dorata sarà pronta.

Con gli stessi ingredienti  ho preparato anche una tortina con gli asparagi.

 

tarte flamiche

tarte flamiche

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *