tamara.giorgetti@gmail.com

Incontri in Cucina, eventi, laboratori, corsi

olio

In via Basento 52/E a Roma c’è un negozio che vende le migliori pentole professionali, le Pentole Agnelli e, devo dire, le mie preferite. Molti conoscono questi alleati in cucina, le Pentole Agnelli, vengono utilizzate dai grandi chef, si va dai piccoli tegamini con un manico solo o due in ottone, alle grandi padelle, alle grandi pentole per ristoranti, allumino, antiaderente, acciaio, rame e pietra ollare, ogni ricetta la sua cottura, ogni cottura la sua pentola. Chi è appassionato di cucina e di pentolame come me conosce le Pentole Agnelli, ci sono sempre state,  le ricordo da sempre, mia madre mi ha tramandato la passione, insomma se abitate a Roma fate un salto a via Basento, 52/E e troverete sicuramente la vostra pentola del cuore.

AGNELLINel negozio di via Basento c’è una scuola di cucina, dove si tengono seminari, laboratori, incontri e presentazioni varie.  Incontri in Cucina è il nome della scuola. Incontri in Cucina compie un anno, una bella location. La scuola di cucina è al piano inferiore dello Showroom Agnelli. E’ stato un anno di grandi soddisfazioni, corsi, incontri, grandi e pluripremiati Chef si sono alternati  nella bella e funzionale cucina, hanno presentato piatti con le eccellenze del nostro territorio, il famoso Made in Italy. Tutte le settimane Incontri in Cucina organizza appuntamenti per tutti quelli che amano approfondire la loro passione.
La prima volta sono stata invitata da Piero Palanti esperto in olio extravergine, assaggiatore qui il suo sito. Piero Palanti è una fonte di informazioni sull’extravergine, ci ha insegnato ad assaggiare l’olio partendo dal famoso bicchierino di vetro blu, rotondo, fatto apposta per essere tenuto nel palmo della mano, girato e scaldato, annusato,  portato alla bocca e fatto il primo assaggio e poi spruzzato all’interno della propria bocca per mandarlo verso i lati, insomma non è facile da spiegare, ma abbastanza da fare. Piero Palanti ci ha rivelato anche come cuocere i cibi senza olio per poi metterlo alla fine a crudo per esaltarne tutta la bontà, gli odori e le proprietà organolettiche che vengono perse in cottura.  

OLIOSICILIA OLIO
CUCINA BASENTO1

Il nostro esperto di olio evo, Palanti ci ha fatto degustare 4 diversi tipi di olio extravergine, di olive diverse, di regioni diverse, spiegandoci come si riusciva a distinguere i sapori, facendoci scoprire un mondo splendido, il mondo dell’olio extravergine. Anche a casa mia l’olio si è sempre comprato dai contadini e i contadini erano quelli di Alberese quello del Parco regionale dell’Uccellina, per cui non potrei cuocere o condire con altro olio. Adesso grazie a Palanti ho imparato anche altre cose sull’extravergine, ho imparato a riconoscere gli odori e i sapori che si trovano dentro all’olio, non sarà facile riconoscerli sempre ma adesso so che si può fare.

PIERO

Durante  la dimostrazione Palanti ha fatto una minestra di fagioli, che si può vedere dalle fotografie, eccezionale, senza olio in cottura, l’ha messo solo alla fine e vi garantisco che  non avevo mai mangiato una minestra buona come quella, la semplicità nell’eseguire quel piatto ha prodotto un risultato eccellente e con quel giro d’olio solo alla fine ha messo la firma. Abbiamo assaggiato anche un’ottima insalata di arance, finocchi e olive. Vediamo qui sotto Sabrina del blog Natosottoilcavolo alle prese con le olive da mettere nell’insalata.

SABRINA

 

PASTAEFAGIOLIPENTOLAVUOTA
INSALATA

Nella Scuola di Cucina Incontri in Cucina si testano e si presentano tanti prodotti, qualche giorno fa è stata la volta dei peperoncini con l’Azienda agricola Peperita, ancora ottimo olio con  l’Azienda agricola Il Cavallino, la bottarga di muggine dalla Grecia della famiglia Trikalinos che la produce dal 1856, conosciuta in Grecia come Avgotaraho e considerata una delle migliori al mondo. La bottarga greca è rivestita esternamente da cera d’api che mantiene la sua consistenza naturale, viene presentata da Degù cibi scelti ed è ottima, molto delicata, è stata presentata con una crema di ceci biologici, si cuociono i ceci e si frullano, accompagnati da qualche petalo di cipolla rossa cotta in forno nel sale, devo dire che è meravigliosa, ottima come contorno, mantiene intatto il suo aroma e la sua morbidezza, le ho fatte a casa e le ho mangiate molto volentieri  con un giro di olio evo a crudo come ci ha insegnato Palanti.

peperoncini peperoncino
bottarga1 bottarga

Nelle fotografie la presentazione dei peperoncini dell’Azienda Peperita e la bottarga greca della Degù

 

marchio-peperita-scontornato.gif-PER-WEB podere-colle-luna logo_trikalinos1

 

cecicipollabottarga ceci
cecibio DSC_0039
screenshot pastificio-secondi Et_Briziarelli-Fr
chef inopia
Cattura

Qui sopra i ceci e i cereali biologici di Colleluna,  e la presentazione dello chef Andrea Dolciotti del Ristorante Inopia “Mousse di Ceci biologici Colleluna, cipolla  cotta in forno sottosale e bottarga, in abbinamento  “Doppelbock”  Maltus Rex; panini con lingua e bottarga, in abbinamento birra “Ale alla castagna” della Maltus Rex;

Focus sui condimenti a cura di Piero Palanti: “L’olio per la bottarga”

 

pitacicoriabottarga giada
cicoria bottarga1

Giada Piper e la Bottarga nella tradizione Kosher:
Pita ripiena di cicoria ripassata e bottarga

accompagnata da una birra artigianale “Pilsner” Maltus Rex
approfondimento sul Pane di Matteo Piras – Boulangerie MP –

 

pappapom pappa
DSC_0010 DSC_0069DSC_0063 DSC_0063pappapomDSC_0010

Ultima presentazione della giornata:
“Tagliolini con Bottarga e Pinoli” di Luisanna Messeri (Il Club delle Cuoche, La Prova del cuoco)
presentazione dei “tagliolini Casarecci” del Pastificio Secondi
in abbinamento  un ottimo “106 – Rosè de Noir, vino delle Cantine Briziarelli
presentazione dell’Olio extravergine di oliva toscano, Cavallino e Cavallino Special Edition – Leccino del Corno, curata da Rita Salvadori di Piperita.

Extra:
Rita Salvadori (Peperita) presenta la sua “Marmellata piccante di lenticchie rosse di Montagna Colleluna

–   Focus sul Peperoncino Biologico e Biodinamico toscano Peperita. 

Piatto Principe dell’evento, la Pappa col Pomodoro eseguita magistralmente da Luisanna Messeri, un ‘ottima esecuzione

cucina bottarga
chef peperoncino
Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 5 Comments

  1. Pingback: Incontri in Cucina, eventi, laboratori, corsi -...

  2. Silvia

    Che bellissimo incontro di cucina! Belle foto e bel reportage! E poi hai conosciuto Rita con i suoi meravigliosi peperoncini! Fino allo scorso anno aveva un ristorante vegano dalle mie parti che frequentavo spesso perchè aveva un menù eccellente con presentazioni d’effetto… mi aveva quasi convinta a convertirmi!

  3. edvige

    Molto interssante peccato io vivo lontano bravissima nel riportare l’avvenimento e belle immagini. Ciaooo

  4. Candida

    Bello, bello davvero il post e belle le foto! un abbraccio
    Candida

  5. Valentina

    Ciao Tam, innanzitutto tanti auguri per un nuovo anno sereno e felice 🙂 Ho letto anche da Sabry e deve essere stata una bellissima esperienza, ancor di più vissuta voi due insieme 🙂 Complimenti e grazie per la condivisione, un forte abbraccio :**

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *