skip to Main Content

Crostata alla crema pasticcera e frutta fresca

Crostata Alla Crema Pasticcera E Frutta Fresca

Crostata alla crema pasticcera e frutta fresca. Fare e poi mangiare i dolci del Maestro Massari è un piacere che non mi nego dico la verità, la sua frolla Milano è diventata la mia frolla e siccome a casa mia le crostate vanno via come l’acqua, in inverno la faccio almeno una volta a settimana. Sto acquistando questi volumetti che escono con il Corriere della Sera, non li farò tutti ma queste raccolte, ho scoperto, che possono servire, negli anni ne ho fatte diverse e quella sulla cucina regionale che uscì quasi vent’anni fa con il Messaggero mi è utilissima, ci sono ricette, per esempio di cucina toscana che non si trovano facilmente in altri libri, quindi raccolte utili.


 

Ovviamente riporterò fedelmente quello che è scritto nella ricetta:
Composizione:
Disco di frolla
Bordo di frolla
Crema pasticcera
Frutta fresca
Gelatina di frutta
Zucchero velo

Ingredienti per ‘Crostata alla crema pasticcera e frutta fresca’
Diametro 26cm, dosi per due dischi di frolla

  • 150 g di burro plastico
  • 150 g di zucchero velo
  • scorza grattugiata di 1/2 limone
  • i semini di 1/2 baccello di vaniglia
  • 50 g di uova – 1 uovo –
  • 1 g di sale
  • 250 g di farina tipo 00
  • 2 g di lievito in polvere per dolci

Nella ciotola della planetaria inserite il burro morbido, lo zucchero a velo e gli aromi, quindi amalgamate senza montare.
Aggiungete l’uovo, il sale e quando l’impasto si sarà uniformato aggiungete la farina setacciata con il lievito, lavorate fino ad amalgamare la farina, raccogliete l’impasto e formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e riponetelo in frigorifero per stabilizzare la pasta fino al mattino dopo, comunque per 12 ore.
Dopo 12 ore stendete la frolla ad uno spessore di 5mm per 26, bucherellatela con la forchetta. Ricavate due dischi della stessa misura. Il primo disco di frolla mettetelo dentro all’anello per la cottura appoggiato su una teglia rivestita di carta forno, realizzate un altro disco di pasta frolla e da questo ricavate un anello di frolla da appoggiare sulla circonferenza del disco di pasta: per tagliarlo usate coppa-pasta di cm 2 più piccolo del disco di frolla. Decorare il bordo di pasta frolla ottenuto con un tarocco.  Cuocere a 170 °C per 18 minuti circa.

Per la crema pasticcera.

  • 350 g di latte fresco di Alta qualità
  • 1 baccello di vaniglia
  • una fetta, solo la parte gialla, della buccia di limone
  • 100 g di tuori – 5 tuorli –
  • 25 g di amido di riso
  • 100 g di zucchero

Frutta fresca di vario tipo, quella che preferite

  • mirtilli, una confezione
  • more di gelso quelle grandi, una confezione

Bollite il latte con i semini del baccello di vaniglia e la buccia del limone. Intanto sbattete i tuori con lo zucchero con una piccola frusta, aggiungete l’amido di riso e lo zucchero, amalgamate bene e poi versate il latte bollente mescoldando per evitare i grumi.
Cuocete a bagnomaria e mescolate per alcuni minuti fino a che il composto diventerà sodo sempre sbattendo con la frustina. Raffreddare velocemente la crema, magari versandola in un recipiente fredd, quindi copritela con la pellicola a contatto e mettetela in frigorifero.
Se volete velare la frutta con la gelatina, seguite le istruzioni che trovate nella confezione.

Assemblate la crostata mettendola in un piatto di portata, versateci in mezzo la crema pasticcera, con un cucchiaio o con un sac à poche, e poi posizionate la vostra frutta come meglio credete. Adesso mangiatela, è troppo buona. 😉

Print Friendly, PDF & Email
Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top