tamara.giorgetti@gmail.com

Croissant farcito con gamberi su senape rotisseur e valeriana

Croissant Salato, Gamberoni E Senape

Oggi vi presento la seconda senape della famiglia Louit Frères, la rustica Rôtisseur, buona con tutto e in particolare, secondo me si sposa molto bene con la dolcezza dei gamberi e gli conferisce un sapore meno dolce, più sostenuto. Ho pensato quindi di farcire spalmare il mio croissant con della maionese di riso, sopra una dose generosa di senape Rôtisseur e quindi i gamberi passati nel papavero e scottati velocemente in padella.

Certamente il croissant non potevamo comprarlo ma prepararlo con le nostre manine e così abbiamo fatto e la ricetta la trovate qui nel blog oppure comprate dei croissant di ottima produzione.

croisant gamberi, senape e papavero

Ingredienti per 12 croissanti ripieni  (qui la ricetta):

  • 12 croissant sfogliati salati
  • 24 gamberi rossi medi
  • una noce di burro
  • semi di papavero
  • maionese di riso
  • senape Rôtisseur
  • insalatina songino o valeriana
  • sale e pepe bianco

Pulite i gamberi togliendo il carapace e il budellino nero, passateli nei semi di papavero e poi in padella con il burro, girateli da ogni parte per un paio di minuti.

Aprite i croissant spalmateci la maionese di riso, è una maionese molto delicata serve sopraqttutto e tenre morbido il croissant, e poi sopra la senape, abbondate pure è ottima, qualche foglia di insalata songino e sopra i gamberi.

Mettete tutto in microonde per pochi secondi e gusterete un croissant speciale.

croissant ai gamberi e papavero

 

 

croissant gamberi e papavero

 

 

 

Print Friendly

This Post Has 5 Comments

  1. sabrina

    Questa mi piace molto ottimo abbinamento e il croissant ormai è spettacolare!

    1. TamTam

      Grazie cara, qui ho aggiunto il papavero anche nell’impasto, tanto per cambiare qualcosa 😉 questa senape è favolosa, la migliore in assoluto

  2. Patty

    Tumiturbi!
    Favoloso.

  3. veronica

    stupendo ed ammiro con stupore complimenti

  4. TamTam

    grazie e grazie sopratutto ad Mtc che con Lou ci ha dato la possibilità di imparare una ricetta abbastanza difficile della cucina francese 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *