tamara.giorgetti@gmail.com

Pierogi con patate e cipolle

pierogi patate e cipolla

 

Un’altra ricetta prima di chiudere definitivamente il nostro Abbecedario culinario d’Europa. Questa volta passo subito alla ricetta, il tempo è poco e fra poche ore, ci prenderemo qualche mese di ferie e poi chissà, il mondo è grande e la voglia di fare tanta. La nostra ambasciatrice è sempre lei, e qui il suo blog.

Avevo già fatto i pierogi, deliziosi ravioli che vengono fatti in molti paesi dell’est, Lituania, Estonia, Russia e  farciti con varie verdure, c’è anche la versione dolce.
Questa volta ho fatto una farcia con patate francesi, la vitelotte. (da alimentipedia.it) Una specie antica e rara di patata dalla buccia e polpa viola proveniente dal Perù. Difficili da trovare ma molto usate nelle cucine di grandi chef, e rivalutate per le loro importanti proprietà nutrizionali. Le patate vitelotte sono utilizzate in cucina soprattutto per creare piatti d’effetto per il loro colore viola. La patate vitelotte (dette anche patata nera o erroneamente patata viola) appartiene alla famiglia delle Solanum, hanno una forma oblunga, grumosa, e sono di dimensioni ridotte. La pelle è piuttosto spessa, mentre la particolarità è data dal colore della polpa interna, viola, profumata quasi di nocciola, molto appiccicosa e dal sapore vicino alla castagna. Aggiungo che gli gnocchi vengono perfetti con la vitelotte, prendono pochissima farina perché sono molto asciutte.

pierogi patate e cipolla

Pierogi con patate e cipolle: la pasta

qui ho trovato diversi spunti

  • 350 grammi di farina O
  • 2 tuorli
  • 2 bicchieri di acqua calda
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaio di olio evo

Impastare tutto e lavorare a lungo, lasciare riposare in frigorifero per qualche ora.

Per il ripieno:

  • 4 patate vitelotte
  • 2 cipolle di Tropea
  • 1 cucchiaio di parmigliano
  • la buccia di mezzo limone confit, qui trovate il post per fare i limoni
  • del timo fresco
  • sale e pepe

per condire i ravioli:

una noce di burro e della mollica di pane integrale

Lessate le patate e schiacciatele in una insalatiera, affettate le cipolle e fatele cuocere lentamente e poi rosolare.  Appena pronte unitele alle patate, aggiungete il parmigiano, il sale, poco pepe e il timo, impastate bene con con la forchetta. Riprendete la pasta, tirate con la macchina della pasta delle strisce e fate i ravioli, io ho usato lo stampo a mezzaluna, ma potete scegliere la forma che preferite.
Mettete l’acqua a bollire e poi calate i ravioli, due minuti bastano, tirateli su con una schiumarola e  metteteli nella padella dove nel frattempo avrete fatto sciogliere il burro e insaporire la mollica di pane. Impiattate e gustatevi questi ottimi ravioli.
Questa era l’ultima ricetta per l’Abbecedario culinario d’Europa.

ABC_CE

 

 

pierogi patate e cipolla

 

Print Friendly

This Post Has 3 Comments

  1. sabrina

    Ci credo che sono buonissimi, ho assaggiato già una cosa simile e sono veramente squisiti!

  2. Fr@

    Ho mangiato qualcosa di simile e sono molto buoni.

    1. TamTam

      si Fra, io li trovo molto buoni, ho la passione per i ravioli è vero, loro racchiudono tutte le verdure, e quelli che avevo fatto tempo fa con la verza erano strepitosi, ciao cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *