tamara.giorgetti@gmail.com

Cheesecake ai frutti di bosco, quello di N.Y.

Cheese Cake Ai Frutti Di Bosco

Il migliore Cheesecake ai frutti di bosco mangiato fino ad oggi è quello cotto, il New York Cheesecake che si trova sul libro California Bakery. Sono belli e colorati, con la frutta fresca sembrano dei quadri rinascimentali. Sono un po’ più complicati perché si rivestono con l’impasto di biscotti e burro anche i bordi dello stampo, ma il dolce alla fine è più bello, nasconde il suo ripieno.

Con questo Cheesecake partecipo alla sfida Mtc n.57 proposta da Annaluisa e Fabio che con il loro splendidi biscotti hanno vinto la sfida precedente, una vittoria meritata.

Nell’antica Grecia si mangiavano già torte al formaggio fresco e miele, nell’Italia medievale si preparavano torte si confezionavano torte al formaggio con uova, zucchero, burro e zenzero, mentre le comunità ebraica in Francia e in Germania gustavano il fluden, una crostata a base di formaggio.  Successivamente, il cheesecake è diventato uno dei dolci preferiti dagli ebrei ashkenazi. Sono stati  gli immigrati ebrei dalla Germania e dall’Europa Centrale a portare il loro Kaesekuchen (in tedesco) negli Stati Uniti e, verso gli anni 30 del Novecento, ad utilizzare il nuovo prodotto, il “cream cheese” e la panna acida, consacrando definitivamente il “New York Cheesecake”. [1]

cheese cake ai frutti di bosco

Ingredienti per il Cheesecake si frutti di bosco, quello di N.Y.:

La ricetta è copiata fedelmente da California Bakery
1 stampo a cerniera di 20-22 cm – 6-8 porzioni

per la crosta

  • 300 g di biscotti di farina integrale e frumento – io Digestive – briciolati finemente
  • 80 g di burro fuso
  • 3 g di cannella in polvere
  • 5 ml di miele di acacia

per la crema al formaggio

  • 400 g di formaggio spalmabile tipo robiola – io robiola
  • 300 g di ricotta fresca di mucca, setacciata
  • 200 g di zucchero semolato bianco
  • 150 ml di panna fresca
  • 40 g di yogurt intero bianco
  • 4 uova fresche biologiche
  • la scorza di 1 limone biologico o non trattato grattugiata
  • i semi di mezzo baccello di vaniglia
  • 3 g di farina bianca setacciata

Per la crosta. Sbriciolate i biscotti o mettendoli in un mixer o in un sacchetto di plastica e agite con un matterello per sbriciolarli finemente, quindi unite il miele, la cannella e il burro fuso, amalgamate molto bene, il burro deve arrivare ad impregnare tutti i biscotti. Distribuite  l’impasto sulle pareti della tortiera premendo bene e solo dopo sulla base, premete bene e mettete in frigorifero per 30 minuti.

Per la crema. Amalgamate gli ingredienti con un cucchiaio, il formaggio, la ricotta, lo yogurt, lo zucchero, la scorza del limone, i semi di vaniglia e un uovo alla volta, alla fine la panna e i 3 g di farina. Accendete il forno a 160°C, versate la crema nello stampo e infornate per 55 minuti, gli ultimi 5 minuti aprite lo sportello per far uscire il vapore.

Sfornate il cheesecake e fatelo raffreddare per alcune ore, poi mettetelo in frigorifero per 2-3 ore, toglietelo dal frigorifero e decoratela a vostro piacimento.
Ho decorato il cheesecake con della confettura di ribes rosso e sopra ho coperto con abbondante frutta fresca, more di gelso nero e fragole. E’ sempre un piacere portare a tavola una torta come questa, e poi è buona, questa volta ho voluto copiare California bakery, ma i cheesecake sono tutti buoni, basta combinare bene i sapori. Conservate il docle in frigorifero, coperto e consumate entro 3 giorni.

Annuncio che il prossimo sarà salato e crudo.

bannersfida il banner della sfida n57 di Mtc

cheese cake ai frutti di bosco[1] Mosaico-cem

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 20 Comments

  1. Flavia Galasso

    Io la cheesecake la mangerei in tutti i modi e gusti …e non scherzo!

    1. TamTam

      pure io Flavia, è buona e questa mi piace proprio tanto, vediamo quella salata 😉

  2. Helga

    Tamara appena vista la foto su FB sono rimasta senza parole e vengo a commentare, ma … non so che scrivere: è stupendo! Bello da vedere, alto, imponente, equilibrato, Bravissima!!! Baciotti e ronron Helga e Magali

    1. TamTam

      Helga avere il tuo commento con i ronron di Magali è la cosa più bella in assoluto…fusine fusine 😉

  3. Anna Luisa

    Il tuo cheesecake è veramente bello, tanto che guardando la foto, mi è sembrato di vedere un quadro del Caravaggio.
    A parte la bellezza, l’idea di una crosticina croccante che contenga un ripieno morbido di formaggio mi piace molto, anche perché conferisce a questo dolce un tocco un po’ rustico, che viene però bilanciato dall’eleganza dei frutti di bosco con la spolverata di zucchero.
    Complimenti per questo meraviglioso dolce
    Anna Luisa

    1. TamTam

      Ragazzi avere addirittura i commenti dei coniugi mi confonde, grazie, mi fate felice Annalù e Fabio, un abbraccio

  4. Fabio

    Veramente sembra un quadro! Lo scrigno che racchiude quel tesoro fa aumentare la curiosità di scoprire cosa ci sia all’interno, con quella cascata di frutta che col cheesecake ci sta sempre bene. Poi siamo in questa stagione che veramente ci regala tante delizie. Cotta, col bordo alto mi piace davvero tanto!

  5. Cristiana Di Paola

    È meraviglioso, anche perché la base è spesso la parte più buona.

    1. TamTam

      SOno d’accordo Cristiana è la parte più buona anche secondo me, bella croccante e saporita…;)

  6. Tritabiscotti

    Queste foto sono splendide e la ricetta una garanzia… Da mangiare con gli occhi, guardando lo schermo!
    Complimentissimi!

    1. TamTam

      Ciao carissima e grazie, in effetti la fonte della ricetta è una garanzia, tranne una che aveva un errore le ricette di Bakery sono una meglio dell’altra, ne ho fatte un bel po’, le foto sono la mia passione insieme alla cucina, e i vostri commenti mi fanno felice, mi ripagano delle ore in attesa della buona luce… 😉

  7. Cristina

    Molto invitante quella fetta di cheesecake, io mi mangerei tutto il bordo ( di tutta la torta sia ben inteso, oltre alla fetta!) per godere a pieno del contrasto biscotto- crema !La foto è veramente bellissima e suggestiva!!!Complimenti!!

    1. TamTam

      Grazie Cristina, in effetti è molto buona e la faccio sempre volentieri anche senza decorazioni, è un dolce che faccio da tanti anni ancora prima che uscisse Californi Bakery e lo trovo ottimo, più del crudo… un caro saluto

  8. Anna Laura

    Una ricetta classica interpretata e fotografata, come sempre, in maniera superlativa.

  9. resy

    Finalmente son tornata a gustarmi il tuo blog. Bellissima ricetta che farò quanto prima…le tue foto poi sai che le amo sempre e queste rendono a meraviglia la bellezza e la bontà della cheesecake. 😉

    1. TamTam

      Grazie cara Resy, mi fa piacere vedere che sei tornata, bacio

  10. Cristina...per Incanto

    Le tue ricette sono sempre apetitosissime e con le meravigliose foto che fai fanno venire sempre l’acquolina .
    Che dire altro che sei STRABRAVA!!!! Complimenti!!

    1. TamTam

      Grazie carissima Cristina, i vostri commenti mi fanno felice 🙂

  11. alessandra gennaro

    ci credi che quel libro manca dalla mia libreria? I pareri di chi lo aveva comprato erano contrastanti e alla fine mi son fatta convincere dal partito dei no. Ora guardo questo cheesecake, che tu declini nelle forme di una sontuosita’ quasi barocca/ e i mangerei le mani, oltre che tutto quello che vedo nello schermo. Aggiungo pero’ che se fra le immagini delle ricette ci fosse stata anche questa foto, niente e nessuno avrebbe potuto farmi desistere dal comprarlo. Di solito mi soffermo di piu’ sugli ingredienti, ma in questa circostanza faccio un’eccezione e ti dico che questa foto parla. E ovviamente dice “mangiami”, in tutte le lingue del mondo.

    1. TamTam

      Grazie Alessandra, quando lo comprai era appena uscito e ancora i pareri non giravano, si conoscevano poco, non è un gran libro, però alcune ricette sono ottime, alcune sbagliate, ma nel complesso lo promuovo, l’effetto scenico aiuta molto, però è anche molto buono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *