tamara.giorgetti@gmail.com

Torta di Rose

Rose3

Bellissima, la Torta di rose. Bellissima e buona, una pasta che si scioglie in bocca, la pasta è quella che io adoro, la pasta brioche, la pasta del babà, quella con il lievito di birra, sono i dolci che preferisco, e una farcitura che farebbe diventare buono anche un sorcio: burro, burro e zucchero, immaginate cosa può essere e in più, io ho aggiunto pinoli e uvetta, non dico altro, solamente che questa delizia, la torta di rose, l’ho copiata dal blog di Agostina e qui trovate il suo blog e la ricetta originale.

Ingredienti per la Torta di Rose:

400 grammi di farina 0
3 cucchiai di zucchero
15 grammi di lievito di birra
3 tuorli d’uovo
3 cucchiai di olio di semi di girasole
150 ml di latte
la scorza di un grosso limone bio
un pizzico di sale
per la farcitura:
150 grammi di burro morbido a temperatura ambiente
150 grammi di zucchero
50 grammi di uvetta
20 grammi di pinoli

Mettete in una ciotola o nella planetaria, farina, zucchero e scorza di limone, fate sciogliere nel latte tiepido, con un cucchiaino di zucchero, il lievito sbriciolato e appena è gonfio, (10 minuti) versatelo al centro della farina dove già sono lo zucchero e il limone, aggiungete anche i tuorli, l’olio e per ultimo il lievito, cominciate ad impastare e aggiungete anche un pizzico di sale, deve risultare un impasto molto elastico, io ho dovuto aggiungere 50 grammi di farina, (sono 400 e la ricetta ne prevedeva 350) forse le mie uova erano più grandi, comunque l’impasto va steso con il mattarello regolatevi di conseguenza. Infarinate una spianatoia e stendete l’impasto, io ho fatto un conto approssimativo, Agostina parla di girelle di 3,5 cm, ne ho contate 11 e ho fatto un rettangolo all’incirca di 38/39 cm x 20 cm, la larghezza può variare.

Ecco come si presentano le girelle appena messe nella tortiera

Nel frattempo montate a crema il burro con lo zucchero, io ho usato le fruste elettriche e poi ricoprite con questa crema di burro il rettangolo di pasta, aggiungete uvetta e pinoli. Ho arrotolato la pasta e dopo ho tagliato le girelle con un coltello molto affilato, rivestite una tortiera di 26 cm, (io sganciabile) con carta forno e posizionate le girelle, coprite con pellicola e mettete a lievitare (io forno con luce accesa), dopo due ore le girelle avranno riempito tutta la tortiera, a quel punto accendete il forno a 180°C e quando è caldo infornate, 30 minuti e la torta è pronta, è stupenda. Potete farcire la torta come preferite, marmellate di agrumi, confetture varie o frutta secca, libero sfogo alla fantasia.

Questo è un vassoio che ho fatto io con la foglia d’oro e uno stencil fatto da me, adoro fare queste cose, è molto bello, sembra antiquariato autentico, per le due manigliette, in puro ottone, ho girato i più antichi negozi di ferramenta di Roma, ma le ho trovate.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Anna Luisa e Fabio

    Grazie a te e grazie ad Agostina per la ricetta.
    Ho pensato spesso di preparare la torta di rose, ma non ho mai trovato una ricetta che mi convincesse…questa è la volta buona che la preparo 😉
    A presto
    Anna Luisa

    1. Tamtam

      anche io fino all’altro giorno, quella di Ago mi ha convinta e ho fatto bene, unica…ciao e grazie della visita

  2. Ago

    Ti è venuta bellissima 😀 So quant’è buona e la prossima volta proverò a metterci l’uvetta, l’adoro anche io!!!
    Sono proprio felice che ti sia piaciuta 😀
    Ma parliamo di questa meraviglia di vassoio: è proprio bellissimo! Sai che anch’io amo fare queste cose? Sono più pittrice, ma adoro anche lavorare con gli stencil che di solito mi creo in base a quello che voglio fare , ma le manigliette…sono un tocco meraviglioso nel tutto! Che altre cose fai? 😀
    Ti mando un bacione ed un abbraccio forte :-***
    Ago

    1. Tamtam

      sulla torta non diciamo altro, è quasi finita, solo questo, sul vassoio sì, l’altra mia passione è il recupero mobili vecchi e lavori di questo tipo, ho fatto due mobili a shabby, uno shabby mio bellissimi metterò le foto, poi il tempo e lo spazio ti impediscono di fare quello che vorresti, però mi piacerebbe molto…un abbraccio carissima

  3. Solema

    Anch’io molte volte ho pensato di fare la torta di rose, ma non mi convinceva la ricetta. Questa è la volta buona perchè tu sei una garanzia!!!

    1. Tamtam

      sì è venuta bene , è molto buona, alcuni problemi: quello della farina, io sono arrivata a 400 grammi, o 350 e metti meno latte o uova più piccole, a me con le dosi di Ago, l’impasto, è venuto troppo morbido, poi metti la carta forno, io non l’ho messa, l’ho scritto e non l’ho fatto, il mio forno a 180° ha cotto molto, la brioche è una pasta delicata, ma il sapore è davvero ottimo, ciao carissima

  4. Solema

    Ho dimenticato di dirti che il vassoio è molto bello.

  5. ele

    effettivamente è molto invitante! in genere la faccio semplice ma quest’aggiunta di uvetta e pinoli devo dire che….. mi piace!

    1. Tamtam

      la rifarò con qualche buona confettura, magari metto poochissimo burro e una buona confettura fatta al momento…un caro saluto

  6. Sonia

    è davvero molto molto bella, e sarà anche buonissima.ciauuu

  7. ornella

    Complimenti per la torta di rose che adoro e per il vassoio..bellissimo! Un abbraccio

    1. Tamtam

      grazie Ornella, almeno il vassoio è opera mia…un abbraccio

  8. Ilaria

    Ogni volta che vedo questa torta di rose in giro mi viene un sobbalzo. Non l’ho mai provata, ma da come la descrivi deve essere di un buono…….. oddio, mi sta venendo una strana salivazione… sarà fame?!

  9. vickyart

    eh si la classica, fatta agli inizi del mio blog praticamente, mai più ripetuta.. è buonissima, anzi di più!

  10. raffy

    mamma mia che goduriaaaaaaaaa!! squisita e bellissima…

  11. Fr@

    Ci credo che è buona.

    Sei bravissima, il vassoio sembra proprio antico.

  12. Paola Bacci

    Complimenti per la meravigliosa torta!!! Un bacio e felice serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *