tamara.giorgetti@gmail.com

Banana bread, per una colazione nutriente

Banana Bread

Banana bread, per una colazione nutriente. Tutti fanno il banana bread meno che io, erano anni che ci volevo provare, mi piacciono molto le banane ma ho sempre avuto il sospetto che cotte non mi sarebbero piaciute e invece questo dolce è strepitoso, ha un sapore eccezionale, umido al punto giusto, buono, da rifare anche subito e poi adoro le foto, sono venute benissimo e me lo dico da sola. Insomma fra il dolce e le foto ricetta premiata e vi consiglio di farla è adatta anche ai bambini, è una colazione sana e nutriente. Una bella fetta va bene anche da portare a scuola.
Ricordo quando andavano a scuola i miei figli, materna, elementari e medie, gli preparavo sempre qualcosa, loro erano cresciuti nella maremma aspra, in estate li portavo in villeggiatura a Marina di Grosseto e per 3/4 mesi respiravano l’aria sana della campagna e sono cresciuti abbastanza ruspanti, non hanno mai mangiato merendine e neppure gli ovetti di cioccolato finto, come li chiamavamo noi; la merenda consisteva in pane e pomodoro in estate e ciambellone classico in inverno, marmellate fatte in casa e cosa simili. Non erano delle imposizioni, erano cresciuti così, lo yogurt lo facevo io e la frutta dentro ce la mettevo fresca, ricordo quando affrontai lo svezzamento del primo figlio e il pediatra mi scriveva cosa dovevo dargli a merenda alla voce yogurt con frutta mi disse che ovviamente la frutta avrei dovuto metterla io non comprare yogurt con chissà quale frutta  e loro sono andati avanti così. Oggi il piccolo, alla sua prima convivenza, cucina a pranzo e a cena, e la ragazza è felicissima, a Natale il regalo molto gradito è stato un coordinato di mixer a immersione, con frullatore e altre cose, per la befana la macchina per fare la pasta e il grande si diletta il fine settimana a preparare pane e pizza con il lievito madre, beh sono contenta, hanno capito cosa vuol dire fare una cucina sana e non ingozzarsi di tutto quello che capita. Il mio messaggio è passato questo volevo, e spesso ci scambiamo ricette e link di attrezzi per la cucina, fra un esame e una giornata sui libri la cosa migliore per loro è rilassarsi facendo un dolce o il pane, che bello.

Andiamo al nostro banana bread.

 

Ingredienti per Banana bread, per una colazione nutriente:

  • 2 banane mature
  • 100 g di farina 0 e 70 g semintegrale
  • 130 g di latte scremato
  • 25 g di fecola di patate
  • 60 g di zucchero di canna
  • 30 g di olio di mais
  • 30 g di noci sgusciate
  • 30 g di gocce di cioccolato fondente
  • cannella e scorza di limone grattato
  • 1 bustina di lievito per dolci o cremore di tartaro

Accendete il forno a 180°C. Schiacciate le banane con la forchetta, non frullatele. Sgusciate le noci e tritatele a pezzetti grossi, mettete tutto in una ciotola con la farina, la fecola, il lievito lo zucchero e girate con un mestolo di legno quindi cominciate ad aggiungere l’olio e dopo il latte, mescolate fino ad avere un composto simile ad una pastella fluida e possibilmente senza grumi di farina. Aggiungete la cannella, la buccia di limone, noci e cioccolato,  e se volete inserire altro va bene. Versate il composto in uno stampo da plumcake ben imburrata o oleata, oppure rivestita di carta forno, io l’ho rivestita bene bene, creando proprio un vestitino per lo stampo a misura. Infornate per 40/45 minuti, fate la prova stecchino e basatevi anche sulla colorazione.

Vi lascio anche dei consigli che ho trovato nel sito dove ho preso la ricetta:

– Banane mature
– malto o sciroppo d’acero al posto dello zucchero, il sapore sarà caramellato, ottimo
– si possono usare noci pecan o mandorle.

da Karmaveg

banana bread

 

 

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 3 Comments

  1. edvige

    Cosa dire un dolce strepitoso. Buona serata

  2. Tamara Giorgetti

    Grazie cara Edvige, è proprio buono, saluti

  3. resy boatta

    Foto bellissime e sono sicura che sia anche buono. Quando abbiamo viaggiato in Kenya con l’ABC avevo fatto anch’io una torta alle banane, non era un pane ma ricordo che mi era piaciuta molto e quindi sono sicura che mi piacerebbe anche questa tua ricetta. Complimenti per i ragazzi, sei riuscita a raccogliere il frutto dei tuoi insegnamenti, nel mio caso ho solo la grande che ora si è avventurata nella convivenza e quindi cucina, anche volentieri, ma il suo repertorio per ora è limitato, con il tempo però penso che farà sicuramente dei passi da gigante. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.