tamara.giorgetti@gmail.com

Alici in 50 sfumature di rosso

Alici Con 50 Sfumature Di Rosso4

Mettere il cibo nel piatto e impiattare sono due cose diverse e questo contest mi ha fatto capire che la differenza è sostanziale. Ho voluto provare, ho pensato che forse bastava impegnarsi in una bella ricetta e sistemarla bene e fare una bella foto. No non è stato così. Ho preparato le alici con tre cotture diverse, le ho sistemate in un grande piatto bianco e quando sono andata a fare la fotografia guardando nell’obiettivo ho visto che nel piatto c’era troppa roba quindi ho tolto e rimesso e poi fotografato le alici in vari modi, ma non andavano bene.

Alici e 50 sfumature di rosso

 

Ho aspettato un paio di giorni, rifacendo un disegno per capire come era meglio sistemare le alici perché comunque avevo deciso che dovevano essere alici, questa volta nel piatto c’era troppo poco cibo e tanto spazio vuoto.

Ho cambiato soggetto, non mi andava sentivo che stavo sbagliado a lasciare le alici, ma ho provato con i calamari su un piatto nero, fallimento totale, la fotografia mi ha evidenziato gli errori, troppa roba, non si distingueva nulla.

Quarto tentativo sono tornata alle alici e questa volta mi è piaciuto, avrei voluto qualche fiorellino rosso ma non ho trovato neppure un’insalatina da abbinare al rosso. Mi sono accontentata.

Ho provato questo piatto per oltre un mese friggendo quasi tutto il mediterraneo e quella di oggi era l’ultima prova, e finalmente la mia idea  ha visto la luce. Avevo fatto anche uno schizzo che è finito schizzato di olio, la cucina una tragedia, le 50 sfumature di rosso erano dappertutto perché nel frattempo si è rotto il minipimer mentre cercavo di ridurre in crema la rapa rossa e gli schizzi sono arrivati fin sopra ai pensili, non sono una maniaca della pulizia perché oggi mi sarebbe venuta una crisi isterica e ho un marito che la sera si rimbocca le maniche e sa che la cucina ha sempre bisogno di lui ed io mi ritiro mentre lui fa la parte della Zucchet, risanamento totale.

La motivazione potrebbe essere quella che il pesce azzurro fa bene, fritte un po’ meno. Le sfumature di rosso le ho aggiunte per dare un  po’ di colore essendo le alici piuttosto sbiadite, purtroppo l’idea di creare un giardino non l’ho potuta realizzare perché non ho trovato fiori eduli, a Roma è complicato trovarli.

Non sto lavorando per fare la chef non mi interessa non è nei miei progetti, vorrei imparare a fare belle fotografie, ad impiattare  e a scrivere altrettanto bene. Sicuramente da oggi dedicherò tempo ad impiattare a creare dei piatti che esprimano qualcosa.

Le mie “alici in 50 sfumature di rosso” sono un tramonto rosso sul Gran Canyon

Alici e 50 sfumature di rosso

Ingredienti per Alici e 50 sfumature di rosso:

  • 200 g di alici senza testa, diliscate e lavate
  • 500 ml olio di oliva per friggere le alici
  • 1 uovo e 1/2
  • pan grattato per la panatura
  • una rapa rossa già cotta
  • 1 patata lessa piccola
  • 1 pomodorino rosso se è stagione altrimenti un pomodorino sotto salamoia
  • un cucchiaio di polvere di cipolla rossa di Tropea

Ho pulito e lavato le alici, le ho passate nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, le ho fritte nell’olio d’oliva e lasciate su carta scottex, nel frattempo ho fatto una dadolata di rapa rossa, una parte l’ho messa in un contenitore insieme ad una patata lessa e a metà tuorlo d’uovo e montata con il minipimer (prima che si rompesse), ho aggiunto un cucchiaio di olio extravergine e un pizzico di sale. Ho composto il piatto come da foto.

Bello&Buono-il-primo-contest-di-Taste&More-Magazinecon questa ricetta partecipo al contest della rivista Taste&More  “Bello e Buono”

Come fare la polvere di cipolla rossa di Tropea: tagliate le cipolle a fette, disponetele in un unico strato su carta forno messa sulla leccarda, accendete il forno al minimo, 60/80° e lasciatele fino a che non si sono disidratate completamente, quando sono secche frullatele e avrete la vostra polvere di cipolla, utile per fare decorazioni, per profumare senza far vedere che c’è e il sapore è concentrato, davvero buona. io faccio molte verdure in questo modo.
Alici e 50 sfumature di rosso

Print Friendly

This Post Has 4 Comments

  1. Michela Menta e Rosmarino

    Tamara, intanto mi comomplimento con te per la tua tenacia: provare e riprovare un piatto in attesa di trovare il giusto equilibrio, mi sembra da grandi chef. La cosa vale doppia se ci tocca friggere 🙂
    Mi fa piacere che tu abbia colto in pieno lo spirito del contest…che era proprio quello di cercare di imparare insieme qualcosa di nuovo: noi e voi.
    Complimenti per l’equilibrio raggiunto e in bocca al lupo!
    🙂

    1. TamTam

      grazie Michela mi piace imparare ad impiattare e qualcosa da Roberta ho appreso, la tenacia non mi manca certo bisogna fare e rifare ed avere sempre molti elementi a portata di mano cosa difficile in casa, ma non demordo, proverò e riproverò…adoro la vostra rivista e sono contenta di partecipare…

  2. tiziana

    di certo questo contest ti rimarrà in mente per un po’.. oltre alle varie prove pure le disavventure.. ma sei stata brava a tenere duro mettendoci la grinta e la voglia di farcela, complimenti!! personalmente non amo le alici ma viste li mi invogliano a mangiarle, sono ben fritte ed hanno un colore bellissimo!!! grazie di aver partecipato!!!

    1. TamTam

      Grazie Tiziana, è stato un bel contest e sono felice di aver partecipato, avrei voluto fare altri piatti ma le disavventure mi hanno fatto perdere tempo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *