tamara.giorgetti@gmail.com

Torta della nonna con crema pasticcera e amarene

Crostata1
Torta della nonna con crema pasticcera e amarene. Oggi una bella crostata, anzi la torta della nonna con crema pasticcera e amarene, uno scrigno di morbida e croccante pasta frolla con dentro una dolcissima crema pasticcera e tante amarene home made, comprate pulite messe nei barattoli con lo zucchero ormai da due mesi, sono visciole e amarene, le prime più asprigne e molto dolci le altre, ogni anno le preparo perché in inverno sono ottime nello yogurt, sul gelato alla crema e anche nel tè e per fare la torta della nonna.

Ingredienti per la pasta frolla:

per una tortiera di 22 cm

300 grammi di farina 0
120 grammi di zucchero
150 grammi di burro
1 pizzico di sale
1 cucchiaino piccolo di lievito per dolci
1 uovo + un tuorlo

Mettete tutto nel cutter e fate girare velocemente per evitare di scaldare la pasta, raccoglietela in una palla e mettetela in frigorifero per un’ora.

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 3 tuorli biologici
  • 100 g di zucchero
  • 20 g di frumina, la frumina rende la crema più vellutata
  • 300 ml di latte
  • amarene sciroppate, home made

Mettete i tuorli in una pentolina con il doppio fondo perché la crema si attacca facilmente, aggiungete lo zucchero e sbattete energicamente con un mestolo, aggiungete la frumina e per ultimo il latte, ponete la casseruola su fiamma bassa  e girate continuamente fino a che non raggiunge il bollore. Appena raggiunge il bollore e comincia ad addensare toglietela da fuoco e fatela raffreddare. La crema per la vostra torta della nonna è pronta.

L’interno della torta della nonna con crema pasticcera e amarene

Riprendete la pasta frolla, dividetela in due pezzi, uno più grande dell’altro e aiutandovi con carta forno e pellicola stendetela velocemente perché se il burro si scalda dovrete rimetterla in frigo, mettete la pasta con la carta forno nella tortiera, aggiustatela bene con le mani,versateci la crema pasticcera e sopra le amarene sciroppate, tante, più sono meglio è, anche il succo ci sta benissimo, ricoprite poi con l’altro disco di pasta frolla, rifinite bene i bordi e infornate a 180/200° per 45 minuti. Come potete vedere la cottura è perfetta, fatela freddare e cospargetela di zucchero a velo, è una crostata gratificante, la amo molto.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Luca Monica

    E’ il dolce preferito di mio marito…la faccio sempre nella versione classica con i pinoli…ma a dirti la verità io, senza ombra di dubbio ,la preferirei nella tua versione con le amarene sciroppate che amo alla follia!!!!
    Magari la prossima volta….

    Un abbraccio e buon inizio settimana
    monica

    1. Tamtam

      anche io lo preferisco a tanti altri, lo faccio sempre con i pinoli e questa volta ho deciso di provare le amarene, ne ho fatte

  2. manu ela

    Ciao. Queste torte do frolla mi piacciono più di tutte le altre. Questa deve essere deliziosa. Complimenti anche per le foto. Quella alzatina è proprio chic! Buona settimana anche a te.

    1. Tamtam

      grazie Manu, è proprio buona…buon ferragosto anche a te

  3. Pingback: Crostata di cioccolato Ernst Knam - Un pezzo della mia Maremma - …ma sono tante le cose meravigliose di questa terra e in particolare vi racconterò della cucina…

  4. Pingback: Tortine alle more - Un pezzo della mia Maremma - …ma sono tante le cose meravigliose di questa terra e in particolare vi racconterò della cucina…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *