tamara.giorgetti@gmail.com

Schiacciata fiorentina

Conoscevo la Schiacciata fiorentina, ma non l’avevo mai fatta e siccome volevo fare un dolce di carnevale nella teglia rettangolare Guardini, invece delle solite chiacchiere che avevo già fatto, ho deciso di provare questa insolita torta con lievito di birra. Mi è piaciuta subito la ricetta che ho trovato nel blog “Il mondo di Luvi” e la trovate qui.
Riporto fedelmente le informazioni sulla torta che ho trovato nel blog “Il mondo di Luvi”:  “La forma classica è rettangolare, non dovrebbe superare i 3 cm di altezza quando cotto e deve rimanere morbidissimo. Caratteristico è il disegno del giglio simbolo di Firenze che viene fatto al centro con la polvere di cacao, mentre tutt’intorno vi è sparso lo zucchero a velo.
Esistono diverse varianti e può essere riempita con panna montata, glassa o crema di cioccolato.

Ingredienti:

500 grammi di farina 0
200 grammi di zucchero semolato
200 grammi di strutto
2 uova
1 arancia (scorza + succo)
20 grammi lievito di birra
250 grammi di latte intero

per decorare: zucchero a velo, cacao amaro
Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido e  mescolarlo con 300 grammi di farina. Lasciarlo lievitare coperto fino al raddoppio, circa 1 ora.

Una volta lievitato impastare il primo impasto con i 200 grammi di farina, le uova sbattute con lo zucchero, il succo e la buccia grattugiata dell’arancia.
Si otterrà un impasto liscio, aggiungere quindi poco per volta lo strutto, alla fine avrete un impasto molto morbido, ma consistente.

Mettetelo in una teglia rettangolare imburrata e infarinata, e fatelo lievitare ancora per due ore, deve arrivare al bordo della teglia, se rispettate le misure.
Alla fine infornate il dolce a 180°C per 45 minuti (dipende molto dal vostro forno). Fate la prova stecchino  e se è cotto tiratelo fuori e fatelo freddare su una gratella. Una volta freddo sformatelo e fate la decorazione. E’ buono, ha un sapore molto delicato e tipico del lievito di birra, è un dolce diverso dai soliti di carnevale.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 0 Comments

  1. ornella

    Buongiorno! E' un dolce tradizionale molto bello e sicuramente molto buono! Però devi dirmi come hai fatto a fare uno stampino così perfetto, lo vendono? Baci e felice giornata!

  2. raffy

    posso assaggiare??? meravigliosa… delicatissima!

  3. Tamtam

    Ornella l' ho scaricato da internet, ho cercato giglio Firenze, scaricato e stampato, ritagliato e appoggiato sopra dopo lo zucchero a velo, forse dovevo scriverlo…li trovi di tutte le misure..baci

  4. Eleonora

    troppo buona, l'ho mangiata un paio di volte, ma fatta in casa e da te, dev'essere magnifica!
    bacioni

  5. LAURA

    Complimenti non l'ho mai mangiata, ma la tua mi pare sia venuta benissimo e poi lo stemma è perfetto!!!!
    Alla prossima

  6. Imbini Pasticcini

    questo dolce non lo conoscevo proprio!!=)
    quasi quasi lo faccio pure io x carnevale!!=D
    grazie x questa bellissima ricettina!!
    a presto buona giornata baciotti vale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *