tamara.giorgetti@gmail.com

Mini quiche di Roux con gorgonzola, fichi al miele e pepe lungo

Quiche Gorgonzola E Fichi

Sono cresciuta in una casa con un giardino enorme pieno di piante da frutto,  due anni fa abbiamo venduto la casa ma credo che le piante siano ancora lì. Avevamo di tutto, mio nonno aveva piantato due piante di fico una nera e l’altra bianca, quella bianca era una pianta di fichi “dottati” conosciuti da pochissimi e presenti oggi nei presidi slow food, il fico dottato toscano è uno dei più adatti ad essere essiccato al sole e non in forno, è uno dei fichi più conosciuti nell’antichità.
La pianta di fichi neri era enorme al punto che nonno aveva attaccato un’altalena ad uno dei suoi rami, eravamo bambine fortunate e io a quei tempi ero un maschiaccio, stavo tutto il giorno sulla pianta di fico, era il mio rifugio, e quanti fichi mangiati su quella pianta e quante susine acerbe colte anzitempo dal susino e le albicocche, i cachi, il nespolo, e l’uva una enorme pergola di uva bianca e fragola, che anni meravigliosi. Sono passati gli anni e il giardino ha mutato aspetto, gli alberi sono cambiati, sono arrivati limoni e ciliegi, anche i nostri figli sono cresciuti e la nostra bella casa l’abbiamo venduta, non potevamo più gestirla da lontano, troppe cose sono cambiate, ma i nostri anni migliori vissuti lì nessuno ce li toglierà mai.

quiche gorgonzola e fichi

I fichi. Adesso è il tempo dei fichi, i bianchi ci deliziano con la loro mielosità già da giugno con i famosi fichi “fioroni”, sono i primi e di solito riusciamo a mangiarli il 29 giugno per san Pietro e Paolo poi la pianta si ferma e i frutti successivi arrivano alla fine di luglio, ad agosto e i primi di settembre ci possiamo fare delle belle scorpacciate, fare le marmellate, farli canditi e caramellati e tante crostate dolci o salete, il fico si presta molto ad essere usato con il salato. quindi di tempo per toglierci la voglia ne abbiamo.

Ho trovato dei fichi neri al punto giusto grado di maturazione e ho pensato di fare delle piccole quiche con la pasta brisée di Michel Ruox scoperta e provata nella sfida dell’Mtc sulle quiche, una pasta brisée che ha il suo perché, da provare, come ripieno del gorgonzola e mascarpone, una crema delicata e sopra i fichi neri caramellati nel miele e una grattata di pepe lungo. Queste piccole quiche potete usarle con antipasto per una cena importante, si possono preparare anche il giorno prima e farte una grande figura.

Ingredienti per 4 piccole quiche, stampi 12 cm di diametro

  • 200 g di farina O
  • 50 g di farina integrale
  • 150 g di burro a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di latte freddo

Mettete in un robot da cucina con la lama la farina, il sale lo zucchero e il burro a pezzetti frullate per pochi secondo e avrete un impasto molto bricioloso, aggiungete l’uovo e il cucchiaio di latte, accendete di nuovo e frullate ancora per qualche secondo e la pasta sarà pronta, raccogliete la palla con le mani, lavoratela per qualche minuto per incorporare bene tutti gli ingredienti, mettetela su un foglio di pellicola, avvolgetela e riponetela in frigo per almeno mezzora.

Riprendete la pasta e stendetela su un piano di lavoro infarinato, in questo caso dividetela in 4 parti, stendetela aiutandovi con le mani e rivestite le mini tortiere, se vi dovesse avanzare potete conservarla nel congelatore anche per tre mesi.

Un volta rivestiti gli stampi metteteli in forno con all’interno dei pesetti o i soliti vecchi fagioli sopra ad un foglio di carta forno. Fate cuocere i gusci per 30 minuti a 160° controllate perché ogni forno è diverso, quando saranno pronti, togliete la carta con i fagioli/pesetti e rimettete nuovamente il guscio per 5/10 minuti per far asciugare l’umidità creatasi sotto alla carta forno.

Per il ripieno:

  • 250 g di gorgonzola e mascarpone
  • 5 fichi neri non molto morbidi
  • due cucchiai di miele di castagno
  • pepe lungo da grattare sopra

Prepate il gorgonzola tagliandolo a tocchettini, disponetelo sul fondo delle quiche, tagliate i fichi a spicchi, mettete il miele in una padella e appena sarà caldo accomodateci i fichi girandoli da tutti e due i lati, fateli caramellare, quando saranno pronti metteteli sul formaggio e gratteteci sopra del pepe lungo.

quiche gorgonzola e fichi

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 4 Comments

  1. cristina galliti

    sono già in macchina verso Roma….e se non ne sono avanzate me le rifai vero? 🙂

    1. TamTam

      Tesoro finite da due giorni, ma quanto erano buone, dovrò rifarle, i fichi ci sono ancora 😉

  2. sabrina

    questo abbinamento mi manca ma con i formaggi si sa che il dolce sta bene. Un’idea invitante!

    1. TamTam

      Sì Sabrina i fichi poi abbinati al miele e formaggio sono una delizia e la brisée di Roux conclude l’opera 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *