tamara.giorgetti@gmail.com

Tortelli toscani di ricotta e spinaci

Tortelli Toscani

E’ il primo post del mio blog, perché ho deciso di aprire un blog? Non lo so, però ho un grande amore che mi accompagna da sempre per tutto ciò che è cibo, tutto quello che si mangia, ingredienti di prima qualità e cucinati bene. Vediamo cosa succederà, magari chiudo fra pochi mesi, oppure vado avanti se trovo qualcosa da dire e qualcuno che mi venga a leggere. Mi piace andare alla ricerca di ingredienti perduti e farli conoscere a tutti. il cibo è importante, mettiamoci amore quando cuciniaro e soprattutto quando facciamo la spesa, leggiamo le etichette e scegliamo noi cosa comprare senza farci ingannare dalla pubblicità. Io ci metterò  l’amore, voi metteteci le vostre visite.

 

tortelli toscani

Per i tortelli occorrono: una sfoglia, della ricotta e degli spinaci. Per prima cosa bisogna fare la sfoglia, ed io l’ho fatta con le uova di papera e la semola rimacinata. E’ venuta una sfoglia meravigliosa come quella che faceva mia nonna appunto. Sei etti di semola rimacinata, cinque uova di papera, se sono di gallina ce ne vogliono sei perché sono più piccole, un cucchiaino di sale e un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Bisogna impastare e lavorare a lungo su una spianatoia o un piano di legno, oppure se si ha una impastatrice è il caso di usarla perché la sfoglia viene più elastica quando è lavorata con più forza e per un tempo più lungo. Nel frattempo fate l’impasto dei tortelli: mettere in una pirofila 500 gr di ricotta, 500 gr di spinaci, scottati precedentemente in una padella senza acqua, strizzati e sminuzzati, abbondante parmigiano, noce moscata, sale e pepe. Dopo che la pasta ha riposato nella parte meno fredda del frigorifero avvolto nella pellicola senza pvc, si comincia a tirare la sfoglia. Si fanno delle strisce rettangolari e si mette l’impasto, dopodiché ci si appoggia sopra altra pasta e, togliendo l’aria con le mani, si chiude il tortello, che va tagliato con il tagliapasta, la forma del tortello toscano è rettangolare. Mentre fate gli altri ricordatevi di spolverare quelli già fatti, che stanno sulla spinatoia, con della farina altrimenti l’impasto umido potrebbe rompere la sfoglia. Una volta terminati mettete l’acqua in una pentola capiente (l’acqua deve essere tanta) e quando bolle aggiungete il sale e un cucchiaio di olio evo (extra vergine di oliva) mettete piano i tortelli nell’acqua e senza girarli mai aspettate 5 minuti, poi tirateli su con una schiumarola, metteteli in un piatto di portata e irrorateli con del burro fuso e salvia fresca…una manciata di parmigiano e buon appetito…

tortelli toscani

Print Friendly

This Post Has One Comment

  1. Anonymous

    il mio ricordo goloso d’infanzia, la ricetta di Natale del mio nonno toscano conditi con salsa di pomodoro leggermente piccante sono favolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *