tamara.giorgetti@gmail.com

Pane tipo baguette con licoli

Sono venute benissimo, ben cotte, abbastanza alveolate e croccanti molto croccanti con crosta fine, la forma un po’ poco baguette ma davvero buone. Licoli quando è bello frizzante non ti tradisce anche se ultimamente mi è capitato più di una volta di non avere pane perfetto, ma dipende anche dalle condizioni climatiche e dal nostro stato d’animo e il mio non è dei migliori.
Queste “baguette” le ho copiate da qui dal blog di Federica, (l’ho avvisata che le avrei copiate, visti i tempi!!!), ho solo cambiato un paio di cosette.
Quando ho finito mi sono resa conto che avrei potuto ovviare la prima parte, diciamo il lievitino, con i miei pseudo-rinfreschi, lo farò vedere alla mia maestra Anna ma penso di avere ragione e magari allungare i tempi di lievitazione, ma le farò di nuovo.

Ingredienti:

150 grammi di licoli rinfrescato con semola rimacinata
100 grammi di manitoba
130 grammi acqua
fatto lievitare fino al mattino a temperatura ambiente, coperto sul mobile 

al mattino:

216 grammi di manitoba
  40 grammi di fiocchi di avena
106 grammisemola rimacinata di grano duro
250 grammi di farina 0
  15 grammi di malto d’orzo
200 grammi di latte
100 grammi di acqua
  20 grammi di  sale
1 cucchiaino di strutto
1 cucchiaio di olio

Ho messo tutto nell’impastatrice anche l’impasto della sera prima, ho fatto andare fino a quando ha iniziato ad incordare. Ho messo il contenitore dentro ad un grande sacchetto, ho chiuso e messo nel forno (spento) e lì ho lasciato fino alla sera, 10 ore, l’ho ripreso, diviso in quattro pezzi, dato la forma come per le baguette e messi a lievitare in una teglia da forno per altre 2-3 ore. Poi le ho infornate a 240°C (con una teglietta piena di acqua per umidificare) per circa 40 minuti, dopo 10 minuti che erano in forno ho abbassato la temperatura a 200, dopo 40 le ho tolte dalla teglia e ho finito di cuocerle nella griglia abbassando la temperatura a 160. Sono venute benissimo, croccanti e buone. Le ho tagliate, messe nei sacchetti e congelate. Avrò i panini per i miei figli per 3 giorni, devo ricominciare subito a rinfrescare il lievito.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 0 Comments

  1. raffy

    bellissime queste simil-baguette, sicuramente deliziose, complimenti davvero!!!

  2. ornella

    Sono venute veramente benissimo! Quando si hanno questi risultati c’è anche tanta soddisfazione! Complimenti, un abbraccio

  3. Federica

    ciao Tamara!!!!!! complimenti ti è riuscito uno spettacolo questo pane!!!!!
    inserisco il tuo link nel mio spero ti faccio piacere!!!buona settimana!

  4. Alessandra

    Grazie Tamara! Mi sa che e’ la cosa che fa per me allora… anch’io ho fatto fatica a star dietro alla pasta madre 🙂

    ciao
    A.

  5. Carmine Volpe

    un gran bel pane, complimenti

  6. Rosalba

    Ciao Tamara, ottime queste baguette…lievitazione perfetta. Anche io faccio il pane in casa da un po’, ma solo con il lievito madre. Solo che, andando incontro all’estate, vorrei potermi liberare dall’ansia di fare pane o rinfreschi almeno 2 volte a settimana! Mi daresti, per favore, più info sul licoli? Pagine da leggere o la tua preparazione? Grazie grazie. Bacioni.

  7. Tamtam

    @Alessandra

    @Rosalba

    lascio per Alessandra e per Rosalba il link della nascita di licoli:
    http://unpezzodellamiamaremma.blogspot.com/2010/05/lievito-madre-in-coltura-liquida.html
    e per la gestione:
    http://unpezzodellamiamaremma.blogspot.com/2010/05/lievito-madre-in-coltura-liquida-i.html
    per qualunque altra informazione scrivetemi pure e sarò a disposizione vi lascio anche la mia mail:
    tamara.giorgetti@gmail.com

  8. LAURA

    Vedo che ho molto da leggere per prepararmi sul pane…..mi consola la tua disponibilità!!!
    Un bacio

  9. antonella

    tutto bene tamara?
    ho letto il tuo commento se e’ solo per questione di tempoi ti capisco io non riesco a fare un bel niente.
    comunque tvb lo stesso anche se non partecipi al mio contest.
    ahahaah.
    buona giornata

  10. anna

    Complimenti Tamara, ottimo risultato.
    Effettivamente, se la riuscita è questa, viene più voglia di panificare.
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *