skip to Main Content

Risotto con il pesto di fave crude pecorino e pepi

Risotto Con Il Pesto Di Fave Crude Pecorino E Pepi

Risotto con il pesto di fave crude pecorino e pepi: Per il pesto, mettete le fave private della pelle nel bicchiere del minipimer, aggiungete le fave, l’olio il sale e frullate fino ad avere una crema molto liscia, aggiustate di sale e pepe e mettete da parte coprendola per evitare che si ossidi.

Stufate il riso a secco insieme ai pepi ormai pestati, sfumatelo poi con l’aceto di mele e poi bagnatelo con il brodo caldo fino a cottura. Aggiungete il pesto quasi alla fine, poi il pecorino per mantecare non ci sono problemi con riso Goio, impiattate e decorate come meglio preferite. Vi dico che il pesto di fave crude, molto giovani è da non credere
Risotto con il pesto di fave crude pecorino e pepi:
  • 300 g di fave sbucciate e senza pellicina
  • 50 g di mandorle senza pelle
  • 200 g di sant’andrea Riso Goio 1929 DOP
  • 500 ml di brodo vegetale, molto delicato, preparato precedentemente con sedano carota e, se pulite bene anche qualche baccello, meglio se sono bio
  • mezzo bicchiede di aceto di mele per sfumare
  • Pepe Timut. pimento, pepe rosso di kampot, pepe nero di sarawak, passati in padella e poi pestati
  • Pecorino romano grattato e intero per decorare
  • olio extravergine siciliano
  • margherite gialle
RISOTTO FAVE, PECORINO E PEPI
Per il pesto, mettete le fave private della pelle nel bicchiere del minipimer, aggiungete le mandorle, l’olio il sale e frullate fino ad avere una crema molto liscia, aggiustate di sale e pepe e mettete da parte coprendola per evitare che si ossidi.
Stufate il riso a secco insieme ai pepi ormai pestati, sfumatelo poi con l’aceto di mele e poi bagnatelo con il brodo caldo fino a cottura. Aggiungete il pesto quasi alla fine poi il pecorino, per mantecare non ci sono problemi con riso Goio, impiattate e decorate come meglio preferite. Vi dico che il pesto di fave crude, molto giovani è da non credere.
Print Friendly, PDF & Email
Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top