tamara.giorgetti@gmail.com

Zuppa Inglese (o zuppa del Duca)

Postando questa ricetta so di fare contente molte persone, perché molti di voi me l’hanno chiesta. E’ uno dei dolci toscani per eccellenza ed è antichissimo, infatti il nome zuppa del Duca pare che le fu dato perché era molto amata dal Duca Cosimo. L’altra versione dice che essendoci in Firenze una grossa comunità inglese, le fu dato il nome di zuppa Inglese. Altra versione ancora, e dico la verità mi pare quella più probabile, tante donne del popolo di Firenze andavano a servizio nelle ville dei signori sulla collina di Fiesole e si da il caso che queste ville fossero occupate prevalentemente da inglesi. Ora, le donne popolane fiorentine erano già abituate a casa loro a risparmiare e pare che questo “vizio” se lo portassero dietro anche nelle case dei signori e pure lì facevano economia, allora tutti gli avanzi dei biscotti e delle torte invece di buttarli avevano imparato a riciclarli inventandosi questa ricetta meravigliosa che unisce la crema e la cioccolata che insieme abbracciano il pan di spagna, o i bei savoiardi fatti in casa, inzuppati di questo meraviglioso colore rosso con un nome anche poco facile per chi non aveva studiato da scrivere, alkermes…. (che per fortuna adesso si fa con il colorante). Non si sa bene quale sia l’origine vera di questa delizia, si sa solo che è buono.

Ingredienti

Pan di Spagna  qui la ricetta

per la crema pasticcera:

4 tuorli
25 grammi farina
1/2 litro di latte
4 cucchiai di zucchero
alkermes (che si può sostituire con un liquore forte e dolce, l’effetto non sarà lo stesso, ma…)
per la cioccolata:

3 cucchiai di cacao
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di farina
300 grammi di latte

Preparare la crema pasticciera. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che sono belli spumosi, intanto scaldare il latte. Mettere la farina nelle uova e continuare a sbattere aggiungendo a filo il latte caldo, portare sul fornello e continuate a girare molto lentamente con la fiamma bassa altrimenti la crema può impazzire. Dopo alcuni minuti comincerà a rapprendersi. Continuate a girare ancora per alcuni minuti. Una volta pronta lasciatela da una parte.
Per la cioccolata. Mettete tre cucchiai di cacao, 3 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di farina in una pentolina, aggiungete 300 grammi di latte caldo e girate. Portate sul fuoco e continuate a girare fino a che la cioccolata sarà addensata. Una volte pronte le creme bisogna costruire il dolce. Prendete dei bei bicchieri (se violete fare la monoporzione) oppure una bella zuppiera, sicuramente di vetro o cristallo, cominciate a rivestire il fondo di pan di spagna e versateci sopra l’alkermes, poi uno strato di crema, poi uno strato di cioccolata, ancora pan di spagna, alkermes, crema e cioccolata, fino ad esaurimento di tutti gli ingredienti.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 11 Comments

  1. Zasusa

    da mangiare a cucchiaiate! complimenti!

  2. arabafelice

    Mio marito, toscano, la adora ma non gliela faccio mai. Grazie della ricetta!

  3. Zulia

    siiiiiiiii!!!Grazie della ricetta!Appena riesco la metto subito in partica!

  4. orié

    Complimenti è davvero invitante questa zuppa inglese,da provare al più presto.Un caro saluto Oriè&Ornella

  5. kat

    Ma grande!Adesso sono rovinata, appena mi arrivera’ l’alchermes dall’Italia la dovro’ fare…non vedo l’ora! Spero mi venga bella come la tua e buona come quella di mia mamma (che ha il suo perche’!) ciaol

  6. Cristina

    bellissima questa versione in coppa! pensa che non l’ho mai fatta ma è ora di rimediare, ogni volta che vado al supermercato mi cade l’occhio sull’alkermes…

  7. Tamtam

    Grazie a tutte ragazze, la Zuppa inglese è uno dei dolci a me più cari, perché come ho detto la facevano le mie nonne e la mia mamma la fa ancora, ed è anche uno dei più buoni. Al posto dell’alchermes (che si può anche fare in casa ma non è facile) si può bagnare il Pan di spagna con il caffè, oppure con del buon Marsala Florio quello secco. Penso che si trovi in America, in Grecia ed anche in Giappone…Sennò sapete che faccio??? vi spedisco a tutte l’alchermes….va bene…grazie a tutte e un abbraccio…

  8. enza

    anche a Napoli abbiamo la ns zuppa inglese ma è
    con marmellate e crema pasticciera ed è
    bagnata con maraschino..io la faccio spessissimo….ora dopo aver visto la tua
    buonissimaaaa……..ti assicuro che sara’
    fatta quanto prima..Grazie!!
    a presto,Enza

  9. Tamtam

    Ciao Enza, grazie della visita…assaggiala e vedrai!!!

  10. antonella

    lo voglio provare anch’io non l’ho mai fatta

  11. Tamtam

    Antonella… non farla adesso…aspetta l’autunno, è un dolce “ricco” non propriamente adatto al caldo (anche se qui a Roma fa freddo) ciao bella!!! lunedì vado in Sardegna, ma mi collego…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *