tamara.giorgetti@gmail.com

Spanakopita – Torta di verdure

spanakopita, torta di pasta phillo

Ecco la mia Spanakopita – Torta di verdure. Non volevo fare un’altra ricetta greca, ma quando ho visto questa non ho resistito e allora si aggiunge una splendida torta di pasta phillo alle altre ricette della meravigliosa terra di Grecia. Avevo per fortuna tanti spinaci e tante erbette, pasta phillo e formaggio feta e già che c’ero ho messo anche dello stracchino, l’ho un po’ italianizzata, lo stracchino è cremoso e ha legato bene le verdure. Tutto questo sempre per l’Abbecedario culinario d’Europa e per la nostra carissima ambasciatrice, la dolcissima Resy.

 

spanakopita, torta di pasta phillo

Io non ho parlato della Grecia ma solo di Santorini la mia isola preferita, nacque un amore tantissimi anni fa e ancora oggi dura. Però vorrei fare un breve cenno sulla famosa Meteora, letteralmente “in mezzo all’aria”.  Meteora è una famosa località a nord della Grecia  nella pianura della Tessaglia, nei pressi della cittadina di Kalambaka. Importante centro della chiesa ortodossa, rinomata meta turistica e nominato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1988.

spanakopita, torta di pasta phillo

 

Meteora (che significa “sospeso in aria”) è famoso per la presenza di torri naturali di roccia. Su molte di queste torri, 24 sono stati edificati con grandi difficoltà dei monasteri (a loro volta detti “meteore”), caratteristici per l’ardita costruzione in cima a pareti a picco. Oggi sono funzionanti e visitabili sei monasteri (Agios Stefanos, Agia Triada, Gran Meteora, Varlaam, Roussanou e Agios Nikolaos), oltre un settimo disabitato; altri sono andati distrutti ed in parte se ne conservano le rovine.

spanakopita, torta di pasta phillo

Anticamente i monasteri erano raggiungibili solo con scale a pioli o con sistemi a carrucola ora ci sono scale in muratura o scavate nella roccia la cui salita è impegnativa ma non molto faticosa.

La morfologia del luogo ed in particolare le torri hanno avuto origine con l’erosione dell’arenaria. Molto probabilmente l’erosione ha avuto inizio per lo scorrimento di un fiume che 25 milioni di anni fa sfociava nel mare che copriva l’attuale pianura della Tessaglia. Poi ancora l’acqua e il vento hanno contribuito all’erosione modellando i quattro gruppi di torri alte fino 400 metri. Gli scalatori si alternano da tutto il mondo.

spanakopita, torta di pasta phillo

Io non sono andata a visitare Meteora, ho fatto solo il sud della Grecia, ma andò mio figlio in gita in terza liceo, l’ultimo anno si sa li portano sempre all’estero e mi venne voglia di guardare su internet dove stavano andando, mi venne un accidente quando vidi il posto dove sarebbero andati e salirono fino al monastero.

spanakopita, torta di pasta phillo

Ingredienti per una Spanakopita – torta di verdure:

  • 1 confezione di pasta phillo, l’ho comprata ed era buona
  • 1 kg di spinaci puliti e lavati
  • 1 kg di bietole rosse, pulite e lavate anche loro
  • 1 confezione di formaggio feta oppure 200 grammi di pecorino romano
  • 5 uova
  • dello stracchino
  • 2 cipollotti
  • olio evo anche per spennellare la pasta phillo
  • salespanakopita, torta di pasta phillo

Lavate e fate scolare molto bene le verdure, nel frattempo tagliate i cipollotti e fateli dorare in una padella grande con qualche cucchiaio di olio. Fate ritirare tutta l’acqua che comunque formeranno. Dopo pochissimi minuti saranno pronte, fatele freddare poi strizzatele e tagliatele. Nel frattempo sbattete le uova, metteteci dentro i formaggi, il sale (poco) e versate dentro alle verdure girando molto bene.
Prendete la pasta fillo, aprite i fogli e spennellateli di olio evo (la ricetta dice burro fuso ma io ho usato l’olio) e mettete il primo nella pirofila con carta forno, poi il secondo e il terzo sempre spennellati, adesso mettete sopra alla pasta phillo metà verdure, ancora un foglio di phillo e ancora verdure e dopo solo fogli di pasta phillo sempre spennellati di olio. Come si vede io ho lasciato la pasta che avanzava è buonissima croccante e saporita e l’effetto è moto bello. Passatela in forno caldo, 180° per 50/60 minuti. Tiratela fuori quando è bella dorata e croccante. Userò più spesso la phillo, anzi la farò da sola e poi metterò la ricetta. Buona torta di verdure, buona Spanakopita

 

spanakopita, torta di pasta phillo

 

Print Friendly

This Post Has 8 Comments

  1. Elly

    Sei talmente accattivante quando racconti di questo posto o di un altro che fai sempre venire voglia di andarci, anzi stavolta neanche ci sei stata, ma il risultato non cambia! E finalmente eccola la tua torta con la pasta phyllo che mi dicevi. Buonissima. La proverò!!! Buona domenica!

    1. TamTam

      grazie tesoro, penso veramente quello che scrivo, ci sono certi luoghi che amo al di là del fatto che ci sia stata o no e la Grecia è uno di questi, sono stata sempre al sud e il nord mi attrae molto…un abbraccio, comunque farò le tue tortine

  2. Maria bianca

    Adoro la pasta phyllo e da quando l’ho trovata nei supermercati Todis ho già preparato tre ricette ma la tua mi mancava…..grazzzzzzzzzziiiiiiieeeeee.

    1. TamTam

      si Bianca è stupenda, croccante e racchiude bene tutto…baci

  3. Maria José

    Una bona recepta, esta setmana la faré. Te molt, però que molt bona pinta.

    Salut!!!

    tAstantelmon

  4. Erica Di Paolo

    Tamara cara, non solo la storia nel tuo racconto, ma anche in questo piatto da urlo!!! Mi piace moltissimo quando le due cose si fondono: è come se mi arricchissi un po’.
    Grazie per questo spunto e grazie per la condivisione, sicuramente apprezzata.
    Un caro abbraccio e buon inizio di settimana.

    1. TamTam

      grazie a te Erica di essere passata, un abbraccio

  5. sabrina

    Sei meglio di Piero Angela! Anche perchè lui non cucina! leggerti è come esserci, guardare le tue foto è come sentirne il sapore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *