tamara.giorgetti@gmail.com

Risotto Acquerello al taleggio e rughetta selvatica

Dopo la pausa pasquale si riprende a cucinare e lo faccio con piacere anche perché tre giorni lontano dai miei alambicchi mi sono sembrati tanti… Riparto con un risotto, la mia passione, il riso è sempre lui Acquerello, l’unico riso al mondo invecchiato 7 anni e come ho detto nella ricetta del risotto al pecorino, si sente, è un riso unico, non c’è un chicco attaccato all’altro.
Gli ingredienti sono sempre quelli per il brodo vegetale, verdure varie, ben lavate e fatte bollire, fino a fare un bel brodo ristretto. Taleggio, rughetta.

Ingredienti per 2 persone:

250 grammi di riso Acquerello, invecchiato 7 anni
brodo vegetale, fatto precedentemente,
scalogno,
burro,
200 grammi di taleggio,
100 grammi di rughetta selvatica.

Tritare lo scalogno e farlo appassire nel burro, aggiungere il riso e quando, dopo alcuni minuti è tostato cominciare ad aggiungere, lentamente il brodo sempre caldo. Portare quasi a cottura, 5 minuti prima mettere nel tegame, sempre meglio di ghisa o di coccio, il formaggio taleggio a dadini, lasciare coperto per qualche minuto, girare, spegnere, mantecare e poi aggiungere la rughetta. Per impiattare ho usato il coppapasta della Guardini che trovate qui. La forma è perfetta e far uscite il risotto è facilissimo con l’apposito stantuffo, e il piatto è ordinato.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Stefania

    Ottimo assemblaggio di aromi, mi riprometto di riprovarlo non appena trovo il riso Acquerello. Un abbraccio

  2. Rosalba

    Ciao, ben tornata! Squisitissimo risotto!! Tamara ma come posso fare per acquistare questo riso?? C’è un market on line?? dal sito non m’è parso, ma forse sbaglio. Fammi sapere!
    Baci baci

  3. Alessandra

    Bellissimo!Peccato che qui il taleggio costi carissimo (quando si trova) devo tenermi la ricetta in mente per quando sono in Italia!

    Ciao
    Alessandra

  4. Anna

    Bellissima presentazione e immagino la bontà!!
    Bravissima un’abbraccio Anna

  5. max - la piccola casa

    Ottima idea per un riso incredibile, e lo sai che non avevo mai pensato ad usare il coppapasta per il risotto?
    PS secondo te come rughetta selvatica posso usare quella che coltivo sul terrazzo? i semi erano quelli della rucola selvatica ma se la coltivo tanto selvatica non lo è …

  6. meris

    Ma che meraviglia….sia la presentazione che il sapore….anche se lo immagino solo. Ciao

  7. Fr@

    Deve essere molto buono. Un saluto 🙂

  8. Alessandra

    Ciao Tamara, riguardo il mio post sui feijoa, volevo fare un liquore ma poi i bambini si sono lamentati perche’ volevano qualcosa che potevano bere loro, e allora ho fatto lo sciroppo da diluire nell’acqua. Ma per il liquore si possono mettere le buccie a bagno nell’alcool, magari anche per un mese, o per uno istantaneo, diluire lo sciroppo con l’alcool. Io qui uso sempre la grappa bianca perche’ l’alcool a 90 gradi per fare il liquori e’ illegale! SIg!

  9. Enza

    Come ti capisco…star lontane dalla cucina
    tanti giorni è stato tremendo…
    complimenti per questo delizioso risotto!!
    bacini
    Enza

  10. Tamtam

    cara Tamara buono il risotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *