tamara.giorgetti@gmail.com

Risolatte al miele con cardamomo e boccioli di rosa

Risolatteconbocciolidirosa

Risolatte al miele con cardamomo e boccioli di rosa

Eleonora Colagrosso del blog Burro e Miele e Michael Meyer con una ricetta a 4 mani, hanno vinto la sfida passata con una ricetta molto particolare e hanno scelto l’argomento della sfida attuale scegliendo un ingrediente invece di una ricetta: il miele e devo dire che nonostante non sia stato facile c’ hanno fatto un piaere.
I mieli italiani sono buoni, abbiamo una buona legislazione che impedisce di usare sostanze nocive per disinfettare gli alveari, quindi la nostra salute è abbastanza tutelata,  un po’ meno quella delle api che muoiono copiosamente con i pesticidi che vengono dati alle colture. Leggiamo le etichette e scegliamo con attenzione, non diamo ai bambini piccoli il miele, anche se i mieli sono quasi tutti pastorizzati ma può esserci il rischio botulino, e sopratutto non immergiamo il ciuccio nel “miele” Ambrosoli.

Sono buoni e fanno bene ma non ci dimentichiamo che i mieli sono sempre zuccheri, e non se ne deve abusare. Nelle ricette si sentono, sono sempre attori principali: la loro presenza può cambiare molto una ricetta a seconda del miele che si usa e della quantità. Sbagliare la dose o il tipo di miele può significare rovinare un piatto.

In Italia con le nostre api millifere possiamo arrivare ad avere quasi 60 tipi di mieli di nettare e di melata ed è un buon numero.  Andiamo dai mieli di fiori alpini, come il rododendro, al carrubo e fichi d’india in Sicilia e quello di nespolo che non ho mai assaggiato ma mi dicono essere unico e difficile da trovare. L’Italia ha una biodiversità unica e irripetibile, un’infinità di fioriture  e quindi di  nei mieli. Il miele usiamolo in cucina e per curarci usiamo gli altri prodotti dell’alveare che sono tanti. Adesso andiamo alla ricetta – Risolatte al miele con cardamomo e boccioli di rosa – presa pari pari dal libro Jerusalem di Ottolenghi e Tamimi, quando ho aperto il libro è stata la prima che ho visto, mi ha colpita anche per i colori e adoro il risolatte. Ovviamente come per tutte le loro ricette c’è dietro una storia, la storia di una vita, di una ricetta e di una grande famiglia che si riunisce il sabato per fare colazione e tutti insieme mangiano questo cibo semplice ma nutriente e tanto profumato con spezie e miele.

risolatteconbocciolidirosaV5

Ingredienti per Risolatte al miele con cardamomo e boccioli di rosa:

  • 400 ml di latte intero
  • 120 ml di panna fresca
  • 1 baccello di vaniglia
  • 8 semi di cardamomo leggermente pestati
  • 120 g di riso da minestra
  • 30 g di burro a cubetti a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di latte condensato – omessi
  • 2 cucchiai di miele di acacia – io di erica
  • 1 pizzico di sale
  • 3 cucchiai di pistacchi naturali leggermente pestati – io polvere di pistacchi
  • petali di rosa – io boccioli di rosa

 

risolatteconbocciolidirosaV1

Mettete il latte, la panna, la vaniglia, aprite il baccello e mettetelo tutto intero, il cardamomo, in una pentola meglio se antiaderente, a fiamma alta e come inizia a bollire tiratela via dal fuoco e lasciatela freddare e quando sarà fredda mettetela coperta in frigorifero per tutta la notte, o almeno 4/5 ore, così tutti i sapori si amalgameranno. Nel frattempo preparate lo sciroppo.

Unite il miele, l’acqua di rose un cucchiaio di acqua egirate fino a far sciogliere il miele e lasciatelo d aparte.

Rimettete l’infuso di latte e panna sul fuoco e appena bolle aggiungete il riso e fatelo bollire per 20 minuti, girate spesso e se dovesse diventare troppo denso aggiungete poca acqua calda. Appena il riso sarà cotto, spegnete e togliete il cardamomo e i baccelli di vaniglia, aggiungete il burro il miele il sale, girate mlto bene e mettete in frigorifero e riscaldre al momento di mangiarla per pochi minuti nel microonde, Guarnite il piatto con boccioli di rosa e polvere di pistacchi. Un ottimo risolatte.

bannermtc

 

risolatteconbocciolidirosaO3

 

risolatteconbocciolidirosaV3

Print Friendly

This Post Has 11 Comments

  1. lagaiaceliaca

    il risolatte è tanto buono.
    e questo tuo si vede che è buono.
    e come tu faccia, a fare foto belle anche del risolatte, lo sa solo manitù. sei troppo brava tamara!
    p.s. sai che l’ho fatta anch’io, tanto tanto tempo fa.

    1. TamTam

      Grazie Gaia, è buono, io l’ho sempre comprato ma adesso lo farò sempre, e un grazie particolare per i complimenti sulle foto, mi fai molto contenta…

  2. Sofia

    Bellissima ricetta.
    dove hai acquistato i boccioli di rosa ?

    1. TamTam

      in erboristeria ;), se abiti a Roma non è difficile altrimenti non so proprio cosa dirti

  3. Alessandra

    Questo piatto è un piacere per gli occhi (e immagino per il palato) e mi hai fatto affondare il naso nei ricordi: il risolatte mi ricorda l’infanzia e il cardamomo con il miele mi riporta in India.
    I boccioli di rosa non li ho mai assaggiati ma devo dire che sono bellissimi.
    Grazie Tamara!

    1. TamTam

      Grazie a te cara, è un concentrato di profumi e a me piace anche per questo, amo sia le spezie che il riso 😉

  4. edvige

    Molto buono un piccolo ritorno alla mia infanzia…1943-48 -5 anni. Quella volta non c’era molto ma il riso latte lo ricordo la pancina si riempiva anche se c’era il latte in polvere non quello buono di oggi ed un zucchero grezzo scuro non integrale … la nonna poi lo rifiniva in forno quando c’era un pò di legna. Questo tuo è fantastico mi piace il cardamono latte ciondensato no troppo dilce per me ma lo voglio fare, Grazie veramente non ci avevo più pensato. Buona serata

  5. Silvia

    È un quadro, non un dessert! Complimenti.

  6. alessandra

    io invece il latte condensato ce lo voglio proprio mettere… perchè il risolatte è il comfort food per eccellenza, qui da me, traino di vagonate di ricordi d’infanzia-e più diventa dolce e avvolgente più mi conforta. Hai semrpe il dono di trasformare in poesia tutto quello che fai: ma se non ci fosse la tua sensibilità a guidarti nella scelta dei piatti, non ci sarebbe quest’armonia così “reale” come quella che riesci a trasmetterci ogni volta. Bravissima!

    1. TamTam

      Sai cosa c’è Alessandra…il latte condensato mi piace tanto ma quel sapore di latte uht adesso lo sento molto forte cosa che non sentivo prima o è cambiato lui o sono cambiata io, ne mangiavo anche sul pane quando ero piccola, vorrei provare a farlo, grazie ancora delle tue parole che aspetto sempre con grande piacere

  7. Pingback: MTC N. 54 : I PREMI 30 MM !!! – Mtc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *