tamara.giorgetti@gmail.com

Ravioli con broccoli, noci e gorgonzola

Non usate mai farine molto raffinate per fare la pasta e il pane, usate farine, integrali, farine di grani italiani, ce ne sono di molto buone, io vado spesso a comprarle al punto macrobiotico, e lì ho trovato farina di un grano coltivato in Sicilia, un grano tenero che vorrei farvi sentire, la pasta ha il sapore di quando la faceva mia nonna e la scadenza è breve pochi mesi, non anni come la farina che si compra nei supermercati, quella delle grandi aziende, no è un’altra cosa, e poi quella d’orzo l’hanno macinata davanti a me, sul banco, con un piccolo mulino a pietra, c’è voluto un po’ di tempo e non è molto raffinata, piuttosto grossa, ma l’odore e il sapore sono unici e la pasta o il pane sono molto più buoni. Per questi ravioli ho usato invece una semola rimacinata perché avevo bisogno di una pasta che tenesse bene l’impasto abbastanza umido.

Partiamo dalla pasta: come dicevo, farina d’orzo macinata a pietra al momento, semola rimacinata di una buona marca, niente di particolare, uova bio, olio evo, sale, curcuma per le note proprietà.
Il ripieno: broccoli, non cime di rapa quelle con il fiore, proprio broccoli, solo foglie, piante piccole, dolci, tenere, qualche minuto in poca acqua bollente ed erano pronte, delle buone noci di Sorrento e del gorgonzola dolce, un risultato più che soddisfacente.

Ingredienti:

Pasta:

150 grammi di semola rimacinata 
150 grammi di farina d’orzo macinata sul momento
2 uova bio
una presa di sale
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio di curcuma per le sue note proprietà, 
200 grammi di parmigiano o grana
 
Unire le due farine, aggiungere le uova, il sale, la curcuma, l’olio e impastare, tenetevi dell’acqua tiepida e se è il caso aggiungetene un cucchiaio per volta. Impastate bene, io ho messo tutto nella macchina del pane, funzione impasto, poi fate riposare.

Ripieno:

300 grammi di broccoli già lessati, strizzati e tritati, 
200 grammi di gorgonzola fatto a tocchettini, 
20 noci, tritate grossolanamente, se lo avete, con il mortaio

Per condire:

In una larga padella far sciogliere del gorgonzola, aggiungere della crema di latte, del parmigiano grattugiato e far scaldare, quando sono cotti mettere i ravioli in questa padella e inondarli di parmigiano.

Per fare i cestini di parmigiano:

Mettere qualche cucchiaio di parmigiano in una padellina, farlo sciogliere da tutt’e due le parti e quando ha preso colore rovesciarlo su una tazzina rovesciata, un bichiere, una ciotola e dargli la forma che volete, fatelo indurire e poi usatelo, sono molto carini da mettere nei piatti.
Mettere i broccoli tritati, il gorgonzola a tocchetti, le noci frantumate in una terrina, amalgamarli e aggiustare di sale e pepe, lasciare da una parte e prendere la pasta, cominciare a tirare delle strisce non troppo sottili, e fare i ravioli, vedrete che saranno belli gialli, tendenti al verde, per la presenza della curcuma e delle verdure, Quando sono tutti pronti, fate bollire una pentola con acqua salata, calateli quando l’acqua bolle e fateli cuocere  qualche minuto, forse anche 4/5 perché la pasta fatta con farina di grano duro è più dura e necessità di una cottura ulteriore, metteteli nella padella e conditeli con la crema di gorgonzola.
Io ho fatto il cestino con il parmigiano per servirli.
Versate del parmigiano grattato in una padella piccola, ponetela sul fuoco  e appena il parmigiano si scioglie e comincia a fare una leggera crosticina sotto, giratela, fatela  dorare anche dall’altra parte e poi rovesciatela su uno stampo della misura che preferite, una tazzina, un bicchiere o altro, servite poi i ravioli dentro al cestino.
Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Solema

    Ti credo quando dici che il profumo di quellla farina è unico. Certo non è facile da trovare. Invece voglio provare a mettere la curcuma nell’impasto; non si finisce mai d’imparare.

  2. Dana

    Concordo, la farina è molto importante e ci si rende conto della qualità soprattutto quando si impasta a mano. Ancora di più in preparazioni come queste che richiedono tanto lavoro.
    Ottimi i tuoi ravioli, saporiti.
    Mi farebbe piacere se ti unissi nuovamente ai miei lettori, ho cambiato blog:
    http://iltempoincucina.blogspot.it/
    A presto, un abbraccio.

  3. Fra

    Che primo delizioso…. anch’io oggi broccoli hihihi che buoni!!!!!!!!!! 🙂

  4. elena

    davvero speciale questo piatto Tam, ma sai che la farina d’orzo non l’ho mai impastata… .interessante variazione e poi il gorgo nel ripieno … golosissimo…brava, brava!!!

  5. elena

    avevo appena lasciato un messaggio…mannaggia!!! non so se sto raddoppiando..bah al limite eliminalo… volevo farti i complimenti …è un piatto splendido, farina d’orzo mai impastata, mi incuriosisce e il gorgo nel ripieno lo rende golosissimo!!! bacioni!

  6. raffy

    buonissimiiiiiiiii! bella presentazione!

  7. Fr@

    Direi ottimo.
    La farina è importante cambia totalmente il sapore.

  8. Federica Simoni

    bellissimi, mi salvo tutto! e poi sono presentati divinamente!! grazie!!! ^_^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *