tamara.giorgetti@gmail.com

Pumpernickel…il pane della Westfalia

Il pumpernickel. Il mattoncino di pane nero, umido umido, con quel sapore misto fra il dolce e l’acido, quel pane così buono con un po’ di burro e salmone, quel pane che quando lo mangi senti i pezzetti, forse di grano, non l’ho mai capito, quel pane che mi è sempre piaciuto molto, ma quando lo compri devi mangiarlo in fretta, perché si sciupa presto e costa anche tanto. Quel pane, che finalmente ho potuto fare grazie a questa bellissima ricetta di Alessandra. Quando l’ho visto la prima volta, ho pensato: sarà la stessa ricetta di sempre. In effetti io avevo già provato a fare un pane simile, ma era stato un fallimento totale, avevo fatto il lievito madre, addirittura con la farina di segale, per poi scoprire che nel pumpernickel non ci vuole lievito.
E’ una ricetta semplice, bisogna solo non avere fretta e il risultato sarà un meraviglioso pane nero da mangiare con il vostro burro preferito e la vostra marmellata home made.

Ingredienti per una teglia da plumcake:

250 grammi di farina di segale
125 grammi di farina integrale
75 grammi di burghul
20 gr di germe di grano
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di melassa (non l’avevo, sostituita con zucchero scuro di canna) 
475 ml di acqua tiepida
1/2 cucchiaio di olio
Ho seguito fedelmente la ricetta di Alessandra e mi sono trovata benissimo.
Ungere la teglia con olio. Unire tutti gli ingredienti secchi, e il sale. Sciogliere la melassa (io lo zucchero di canna) nell’acqua tiepida e aggiungere l’olio. Unire poi i due composti e mischiare bene, vedrete un impasto colloso e denso. A questo punto versare l’impasto nella teglia, pressare molto bene agli angoli e livellare, coprire con pellicola leggermente unta e posizione in un luogo caldo per 48 ore, io l’ho messo in forno con la luce accesa.
Vedrete che nei due giorni l’impasto crescerà molto fino ad arrivare al bordo della teglia, è normale.
Dopo 48 ore, accendere il forno a 110°C, posizionare nel ripiano più basso una  grande teglia con acqua bollente, nel ripiano in alto il pumpernickel, prima togliete la pellicola e copritelo con la carta alluminio. 
Lasciatelo così, in questa posizione per 4 ore. 
Dopo, togliete la carta alluminio, alzate il forno a 160°C e proseguite la cottura per altri 40 minuti.
Un volta cotto, lasciatelo raffreddare nella teglia e poi sformatelo. Una volta freddo del tutto mettetelo in un sacchetto di plastica e aspettate 24 ore prima di mangiarlo. (io non ho aspettato, l’ho mangiato subito!!!). Come scrive Alessandra, si conserva in frigorifero, oppure, già tagliato, nel congelatore. Se amate questo pane, è questa la ricetta.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 0 Comments

  1. Scarlett:

    bravissima come sempre!!! quella fetta a me..baci e grazie sempre per le tue visite

  2. Stefania

    un ottimo pane, io adoro i pani tedeschi hanno un sapore unico, in genere me ne mangio una bella fetta a colazione con il miele sopra

  3. Barbara

    Adoro i pani tedeschi e a te è venuno magnificamente!

  4. Federica

    Questo tipo di pane tedesco l’adoro. Grazie per la ricetta, sono curiosa di provare 🙂 Buona settimana, baci

  5. dauly

    lo stra-adoro, anche con burro e marmellata! salvo la ricetta subito!

  6. Solema

    Dire bello è riduttivo.Sembra anche semplice. Il burgul crudo o quello precotto? Grazie

  7. Damiana

    Ma sai che piace tanto anche a me,credevo fosse impossibile rifarlo in casa…Grazie Tamara ci proverò senz’altro”Un bacione!

  8. Dolcemeringa Ombretta

    Sei sempre una fonte di notizie!!!questo pane non lo conoscevo ma già guardando gli ingredienti mi piace e io ho pazienza:)
    Baci

  9. giulia

    l’ho assaggiato una volta in germania e me ne sono innamorata!

  10. Italians Do Eat Better

    Non conoscevo questa ricetta, davvero ottima!

  11. sississima

    a me 2 fette please! Un abbraccio SILVIA

  12. ♫ ♪ Anna ♫ ♪

    Deve essere favoloso!!
    bellissima brava!
    buona serata!!

  13. Daniela

    Dec’essere buonissimo, perfetto abbinato al salmone. Buona settimana Daniela.

  14. lidia

    una fettina a me ,mi attira da morireeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee…..

  15. antonella

    adoro questo pane, spesso facciamo in famiglia una cena alla tedesca , prosciutti pane nero e burro , naturalmente il tutto accompagnato da una buona birra.

  16. la creatività e i suoi colori

    E’ sempre un vero piacere venire nel tuo blog, pieno di ricette eccezionali! Grazie

  17. Valentina

    Che bello! Ma con quasi 5 ore di forno penso convenga comprarlo… ti farò sapere! 🙂

    1. TamTam

      Valentina, sono molte le cose che conviene comprare, però hanno un sapore completamente diverso quelle fatte da noi, non ci sono conservanti e non è poco, e le farine che vuoi tu, tutta un’altra cosa…un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *