tamara.giorgetti@gmail.com

Pomodori al riso con patate…piatto decisamente romano

Oggi un piatto romano, un primo piatto che quando arriva in tavola si capisce che è arrivata l’estate: i pomodori ripieni di riso con le patate. E’ buono, viene fatto in diverse parti d’Italia, ho visto, però con le patate credo si faccia solo a Roma, ho anche letto qualche ricetta che riporta la cottura del riso prima di metterlo dentro ai pomodori, ma il riso deve essere crudo e state tranquille si cuocerà benissimo dentro ai pomodori anche senza troppo liquido.

Nei mercati rionali di Roma, (ogni grande quartire ne ha uno) in questo periodo si vedono grandi montagne di pomodori con un cartello: “pomodori da riso” sì perché il pomodoro da usare non sarebbe quello a grapporto rotondo, cioè il ramato, il pomodoro da riso è un altro, è più grande, rotondo, ma schiacciato e molto saporito, ma per comodità anche io a volte uso il ramato.

Ingredienti per 10 pomodori:

10 pomodori, da riso, oppure il ramato,
1 cucchiaio di riso crudo a pomodoro (un arborio, un Roma, un Baldo)
100 grammi di parmigiano grattugiato,
basilico in abbondanza,
olio evo in abbondanza
sale, pepe
patate, sbucciate e tagliate a quadrettini, quante ne contiene la teglia, se la teglia è grande ne potete mettere molte, dipende se vi piacciono, tenete presente che le patate cotte così diventano stupende.

Lavate i pomodori, togliete la calotta, (tagliateli dalla parte del picciolo, così dopo che sono cotti,  buttate via “il coperchio” direttamente), svuotaleli, aiutandovi con un cucchiaino e raccogliete i semi e la polpa in una insalatiera, mettete un po’ d sale in ogni pomodoro vuoto e giratelo a testa in giù per fargli perdere un po’ di acqua. Tutta la polpa dei pomodori raccolta, va passata al passaverdure, ma prima togliete eventuali parti dure, e se c’è troppo liquido mettetelo da una parte. Passate tutto al passaverdure, mi raccomando non frullato, passato, adesso aggiungete 1 cucchiaio di riso a pomodoro, poi il parmigiano, il sale, il pepe, l’olio evo e tanto tanto basilico, (il basilico,  è come il prezzemolo, non si mettono mai in cottura, si fa un’eccezione per i pomodori al riso), girate bene tutto quanto. Prendete una bella teglia, metteteci un po’ di olio dentro e cominciate a riempire i pomodori, non troppo, perché il riso aumenta il proprio volume, rimettete il coperchietto e sistemateli nella teglia, una volta finiti i pomodori, mettete anche le patate a tocchetti, già salate precedentemente, unite tutto quel liquido che avevamo messo da parte, se vi avanza del riso che non è entrato nei pomodori anche quello, un altro poco di olio dentro ad ogni pomodoro, sotto il coperchietto e infornate a 200 gradi.
I pomodori devono cuocere e si devono anche gratinare e le patatine si devono “sbruciacchiare” non bruciare, devono essere molto arrostite. Sono una bontà divina. I pomodori al riso sono una delle cose di Roma che amo.
Per cuocere i pomodori ho usato teglie della Guardini che trovate qui: la Morgane rotonda e la Gardenia rettangolare, io di pomodori ne ho fatti 25, ho infornato con termoventilato e sono venuti molto bene, la teglia che era sopra, l’ho dovuta gratinare un po’, dalla foto si vede che è palliduccia, ma ho risparmiato più di un’ora di tempo cuocendoli insieme e con questo caldo è andata meglio così.
Per qualunque richiesta di chiarimento, o consiglio, o altro, sono qui a vostra disposizione, se c’è una cosa che mi piace della cucina è parlarne con gli altri.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Alessandra

    Ho imparato a farli da mia mamma che a sua volta li ha imparati a fare quando viveva a Roma, ma sempre senza patate. Ho scoperto che si possono fare con le patate solo qualche anno fa, ed e’ stata una sorpresa!

    Mi piacciono tantissimo, ma li preferisco senza patate sotto, anche se e’ logico mettercele per raccogliere quel bel sughetto che cola 🙂

    Ciao
    A

  2. raffy

    splendidi da vedere, ottimi da gustare…

  3. Stefania

    Questo piatto è una delizia, per me effettivamente segnava l’inizio dell’estate, mia mamma ne faceva e ne fa sempre enormi teglie perch§è piacciono a tutti. Eppoi erano il piatto tipico del 15 di agosto, ce li portavamo a Capodimonte sulle rive del lago di Bolsena e sembrava ancora più festa. qui a trieste li ho trovati solo una volta, ma il riso sembrava quella avanzato dal risotto con il ragù e non erano la stessa cosa. Le patate cotte così sono poi un capitolo a parte perché prendono un pò del sapore dei pomodori incorporando tutti i succhi durante la cottura…che squisitezza!!

  4. Mari e Fiorella

    Sai che li voglio fare…..li hai presentati e spiegati proprio bene….l’unica cosa che mi manca è il passaverdure…me lo farò prestare….Buon w.e.!!!!!!

  5. lerocherhotel

    molto appetitosa questa versione con le patate!

  6. Scarlett:

    son buoni davvero!!!!brava e grazie per la dritta…buon fine settimana

  7. Sar@

    E’ uno dei piatti romani estivi che faccio spesso, anch’io li faccio così, magari quando trovo i pomodori saporiti li posterò anch’io, io l’anno scorso ho fatto una piccola variante che mi è piaciuta molto, spero di poterli fare presto… i tuoi sono magnifici, brava!!!

  8. Rosalba

    I pomodori sono buonissimi, ma immagino il sapore delle patate!! Io non li ho mai preparati così. Tra l’altro non sapevo fosse un piatto tipico della tradizione estiva romana. Tu sei un pozzo di conoscenza 😉
    Baci e buon fine settimana

  9. Fr@

    Sì è vero ci sono i pomodori appositi, ma anch’io a volte adopero i ramati. Il riso rigorosamente crudo, io aggiungo anche l’origano, ma non metto il parmigiano. Lo proverò.
    La cosa che mi piace tanto dei pomodori con il riso sono le patate che alla fine della cottura si insaporiscono del pomodoro. Una meraviglia. Mi hai fatto venire voglia di farli. 🙂

  10. Mariabianca

    Mai sentito questo piatto con l’aggiunta delle patate….vedi cara Tamara qual è il bello di avere un blog? Io imparo da te,tu impari da me….è bellissimo.

  11. Emanuela

    Evviva l’estate con i suoi piatti colorati e complimenti a te!

  12. Mammazan

    Questa è veramente un’idea… fra qualche giorno avrò ospite mia figlia e mio genero che mi hanno già detto che vogliono piatti a base di verdure…
    Poi ti dico..ma sicuramente piaceranno un sacco!!
    Un bacione

  13. Enza

    deliziosi…ideali in questo periodo!!
    buon fine settimana!!

  14. resy

    Tamara, questo per me è il piatto simbolo dell’estate, e la cosa che più amo sono le patate ed il riso che si mette fuori dai pomodori, acquistano un sapore, mmmmmmmhhh!!!!
    Ah, ieri abbiamo fatto sterilizzare il nostro Simba, una giornata tremenda per lui e per noi, ma oggi sta benone!!!!
    Un abbraccio Resy

  15. Mila

    Che brava, sono proprio belli e sicuramente son buoni….non li ho mai assaggiati cosi’….buon fine settimana

  16. Antonella

    Cara Tamara,
    ma che bel blog e che belle ricette! Intanto grazie per il tuo commento sul mio: ho visto che il tuos econdo blog sul pane non contiene ancora post, fammi sapere quando inizi: è un po’ difficile trovare altri appassionati di lievito madre! saluti
    antonella

  17. Antonella

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

  18. Cucina Amore Mio

    Grazie, grazie.
    Mia mamma li faceva sempre.
    E morta quando ero solo una grafica e la “cucina” era un luogo dove fare il caffè la mattina e bere un bicchier d’acqua prima di andare a dormire.
    Le ricette di mamma erano quelle delle medicine per il mal di testa (era un medico), e l’unica cosa che mi aveva tramandato era la “malattia” per il lavoro.
    Tutto questo per dire che:
    non li ho mai fatti…
    li adoro…
    e li farò così.
    Grazie.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

  19. Luciana

    Molto interessanti!!! ogni anno dico sempre che li devo preparare e poi..rinuncio…spero di farcela almeno quest’anno!!! ottima ricetta…buona Domenica 🙂

  20. Dana

    Li ho fatti un paio di volte ma senza patate. Correggo! Grazie!
    A presto!

  21. Dana

    Grazie per gli auguri!
    Sai che mi dispiace non vederti più nel logo? Il fiore è molto carino ma preferivo te!
    Ciao, a presto!

  22. Eleonora

    mamma miiiiia quanto mi piacciono!!!
    questi li faccio sicuro! se no, che estate è?

  23. Artù

    Sono pasata anche da questo tuo blog vedo che abbiamo una cosa in comune l’amore per le palle pelose!!!! sono meravigliose!!!!! M iscrivo anche qui eh???

  24. Cucina Amore Mio

    Grazie per il commento: sarei tanto felice di incontrarti a bere un caffè a Piazza Bologna (io sono vicinissima, stò vicino a Piazza Istria.
    Fammi sapere, m’incuriosirebbe il fatto di vederci di persona. Io ero convinta che tu vivessi in Toscana.
    Intanto, un grande abbraccio.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

  25. stefy

    Così non li ho proprio mai mangiati……..ma mi sembra una fantastica alternativa per un pranzo o una cena…..anche all’aperto….baciuzzi stefy

  26. antonella

    UFFA MI E’ SFUGGITO QUESTO POST.
    TROPPO PRESA CON IL LAVORO….
    HAI RAGIONE TAMARA E’ BELLO PARLARE DI CUCINA E CONFRONTARCI, DIFATTI IL RISO NON LO CUCINERO’ PIU’ LO METTERO’ CRUDO COME MI HAI CONSIGLIATO
    BACI

  27. Mammazan

    Cara Tamara sono di novo qui ..mi faresti magari con una e mail sapere quanto pagherai le more??
    Io potrei anche ordinarle da chi mi ha fornito i mirtilli..
    Spero che il prezzo sia un deterrente ..mi sono stufata con quella dei mirtilli, senza contare che sono andata in giardino a raccogliere la prima tornata di mirtilli..
    Baci

  28. Ilaria

    I pomodori ripieni sono un classico ma non li ho mai provati accompagnati dalle patate. Interessante variante… complimenti!!!
    Quante cose carine si imparano passando dal tuo blog… lo farò molto spesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *