tamara.giorgetti@gmail.com

Ossibuchi con risotto alla milanese

 

Gli ossibuchi con il risotto alla milanese, è un piatto altamente scenografico. Quando li porti in tavola adagiati sopra ad una montagna di risotto color oro, fatto come Dio comanda, ti fanno venire l’acquolina in bocca e se la fanno venire a me che non amo la carne…. L’ossobuco con questo tipo di cottura  diventa tenero come il burro e si scioglie in bocca ed è una carne saporita perché muscolosa. Io li faccio spesso perché mio marito ha vissuto tanti anni a Milano e ama questo piatto perché lo faceva la madre e gli ricorda gli anni passati lì, e anche quando gli capita di andare per lavoro da quelle parti non manca di mangiarseli.

Ingredienti per 2 persone:

ossibuchi di vitella, 4 medio-piccoli (fateveli tagliare al momento)
1 litro e mezzo di brodo di carne
farina per infarinare gli ossibuchi
250 grammi di burro buono
300 grammi riso della migliore qualità, io uso il Carnaroli delle Cascine Orsine credo che sia il top
250 burro
brodo di carne, come sopra
del midoll, un cucchiaio
zafferano, generose
   

Lavate gli ossibuchi, togliete le parti esterne più brutte, incidete il bordo esterno  perché mentre cuociono si ritirano e fanno un brutto effetto, infarinateli e posateli dentro una padella dove avrete già messo il burro a liquefare (se avete problemi con il burro, potete fare il ghee, cioè il burro chiarificato, dopo quel trattamento il burro non fa più male).
Fate rosolare bene gli ossibuchi girandoli un paio di volte delicatamente, per girarli usate una pinza, (non bucate mai la carne in cottura perde i suoi liquidi), quando sono pronti copriteli con il brodo bollente, devono essere ben coperti di brodo, semmai dovesse ritirarsi troppo ne dovrete aggiungere ancora ma sempre bollente. Se il brodo è salato quando mettete il sale ricordatevelo!!!, coprite con il coperchio e abbassate la fiamma, in un’ora sono cotti. Devono rimanere con quel sughetto che forma la farina a contatto con il burro e il brodo bollente.
Il risotto. Burro in una casseruola o padella dai bordi alti, a questo punto mettete anche il midollo, l’equivalente di un cucchiaio, fatelo sciogliere bene senza bruciarlo,  mettete a scaldare il brodo, fate tostare il riso in un’altra padella (il riso si fa tostare sul fuoco in una padella senza nessun condimento, facendo roteare la padella per non bruciarlo, così sprigiona tutto il suo aroma) e quando è pronto versatelo nel tegame, a questo punto cominciate ad aggiungere piccole quantità di brodo bollente, tenete la fiamma bassa e il coperchio, continuate ad aggiungere il brodo quando quello precedente è stato assorbito. Nell’ultimo ramaiolo di brodo mettete lo zafferano (decidete voi quale, l’importante che sia di buona qualità) spegnete il fuoco, mettete un altro pezzo di burro e abbondante parmigiano, girate e lasciate così per alcuni minuti. Preparate il piatto di portata, io metto il riso tutto intorno e gli ossibuchi in mezzo, oppure una bella montagna di riso e gli ossibuchi sopra con il loro sugo meraviglioso. Buon appetito!!!

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 0 Comments

  1. raffy

    un piatto davvero completo; il risotto alla milanese lo ado, sai invece che l’osso buco non l’ho mai mangiato? proverò…complimenti!

  2. antonella

    li adoro , mi piacciono da morire.
    non li ho mai serviti con il riso allo zafferano, ma con la polenta bianca come si usa da noi.
    appena li faccio provo anche il risotto.
    un bacio

  3. arabafelice

    Anche io non amo la carne ma questi li adoro!!!

  4. Scarlett:

    guarda a questo piatto non rinuncerei nemmeno io che son siciliana,buono e gustoso che merita un 10 e lode!!!baci

  5. ornella

    Cara Tamara questo è proprio un risotto come Dio comanda! Quanto mi piacciono gli ossibuchi con il riso…sono qui che vorrei entrare nello schermo del computer per afferrarne un po’!! Ci sono cose che da quando vivo qui non ho più mangiato! Un po’ perché alla mia dolce metà non piacciono e poi non si usa preparali e perciò nemmeno li trovo dal macellaio! Un abbraccio

  6. Eleonora

    anche io adoro questo piatto, bravissima!

  7. flavio

    ecco un piatto che non si vede spesso, complimenti, buon 2011, ciao

  8. Dana

    Grazie per il tuo commento da me! Appena avrò un po’ di calma mi dedicherò al lievoto madre. Certo che non c’è paragone con il lievito di birra.
    Ti inserisco nel mio blogroll. Così non ti perdo di vista, ho trovato molte ricette interessanti e sono sicura di imparare da te.

  9. Tamtam

    Ragazze/i, l’ossobuco è come la Roma (direbbe mio marito) si ama… grazie a tutti
    @Raffy
    @Antonella
    @Araba
    @Scarlett
    @Ornella
    @Eleonora
    @Flavio
    @Dana

  10. Damiana

    Tamara,questo è un piatto che fa gola anche a me!!Immagino la tenerezza di quella carne e il sapore di quel risotto e anche a quest’ora,non ti nego che lo assaggerei volentieri!!Appena trovo degli ossibuchi decenti,mi cimento in questa ricetta e sarò attenta alle tue raccomandazioni!!Un bacio cara e bellissima giornata!!

  11. Pingback: Risotto taleggio e pere - Un pezzo della mia Maremma - …ma sono tante le cose meravigliose di questa terra e in particolare vi racconterò della cucina…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *