tamara.giorgetti@gmail.com

Macco di fave con cozze e pomodorini

Fave E Cozze

…e una lezione interattiva con lo Chef Nicola Delfino alla scuola di cucina “A Tavola con lo chef” organizzata da Fuudly, il nuovo social per gli amanti del cibo. Un mesetto fa sono stata invitata da Fuudly a partecipare ad una lezione di cucina tenuta dallo chef Nicola Delfino del ristorante “Benito al ghetto”  nella scuola di cucina romana “A Tavola con lo Chef”.  Benito al ghetto è uno dei ristoranti più conosciuti del centro storico della capitale, rivisitazioni in chiave moderna di antichi piatti della cucina romanesca e non solo.  Un’osteria nel ghetto ebraico in via dei Falegnami, a due passi dal Portico d’Ottavia, dal Teatro Marcello e da quel gioiello che è la fontana delle Tartarughe, conosco bene quella zona per averci vissuto per anni e per me è una delle zone più belle di Roma.
Durante  quella lezione interattiva chef Delfino ci ha presentato alcune sue ricette ed oggi vi lascio un piatto della cucina siciliana, il Macco di fave rivisitato dallo stesso Delfino.  La cucina siciliana è ottima, molto povera, ma con piatti elaborati, verdure, legumi, pesce povero, alici e sarde, molte melanzane preparate in tutti i modi e tante verdure in foglia. Il Macco di fave si prepara con le fave secche  ed essendo una rivisitazione in questa ricetta ci sono anche le cozze.

 

macco do fave e cozze

 

Ingredienti per il Macco di fave con cozze e pomodorini:

io ho ridotto le dosi dividendo per 4

  • 1 kg di fave secche
  • 2,5 kg di cozze sarde – sono più buone
  • 1 pizzico di sale
  • qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1/4 di cipolla
  • 6 pomodorini ciliegino
  • 3 l di brodo vegetale – preparato preceentemente con varie verdure
  • germogli di sakura – io germogli di finocchio

sakura_home_c i germogli di sakura della Koppert Cress

Fate soffriggere la cipolla tagliata finemente in un paio di cucchiai di olio e aggiungete i pomodorini a cui avrete tolto i semi e tagliati a filetti. Aggiungete le fave e il brodo vegetale; fate cuocere un paio di ore fino a che le fave saranno morbide.

Nel frattempo fate aprire le cozze pulite e lavate in una padella, e con  l’acqua che uscirà frullate le fave  fino ad avere una crema finissima, assaggiate e aggiustate di sale e pepe. Impiattate mettendo la crema di fave con sopra le cozze senza guscio, qualche goccia di olio e, se li trovate, i germogli di sakura o qualche piccola foglia di insalatina, o il basilico. E’ un piatto eccezionale provatelo.

 

Print Friendly

This Post Has 2 Comments

  1. edvige

    Conosco il macco è buonissimo ma ci vogliono le fave secche buone ed a Trieste questo legume secco non si trova o se si sono veramente schifosi. Se li trovo lo faccio intanto inverto la consuetudine e provo a fare una cremadi fave fresche (surgelate) e ci aggiungo le cozze. Buona serata.

    1. TamTam

      Edvige ordinale online, ti arrivano in pochissimi giorni e sono fresche stai tranquilla, le ha anche Tibiona mi pare, ciao cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *