tamara.giorgetti@gmail.com

Latte alla portoghese

Latte alla portoghese, crema catalana, creme caramel, ognuno lo chiama come vuole, su questa buonissima ed energetica crema di uova e latte, sono state scritte tante cose, ed io mi limiterò a dare la ricetta come viene da casa mia, ricetta che faccio da quando avevo 18 anni, datami da mia zia che la faceva divinamente.

Ingredienti:

10 uova intere biologiche
300 grammi di zucchero
1 litro di latte intero

Rompere le uova in un contenitore, aggiungere lo zucchero e frullare fino a formare una bella schiuma, a quel punto aggiungere il latte freddo e sbattere ancora.
Prendete uno stampo, un po’ bello, con il buco in mezzo, io ho uato lo stampo della Guardini che potete trovare qui è antiaderente e grande da contenere tutti gli ingredienti, mettete 20-30 grammi di zucchero sul fondo e fatelo caramellare sul fuoco. Mettete poi lo stampo in una grande pentola, abbastanza alta, versateci dentro dell’acqua già calda, fino ad arrivare oltre la metà dello stampo e mettete il tutto in forno a 180-200°C, cottura a bagnomaria per 2 ore (toglietelo dal forno quando comincia a colorarsi. Quando è cotto, fatelo raffreddare e poi mettetelo in frigorifero fino al momento di portarlo a tavola, un attimo prima immergete solo il fondo dello stampo in poca acqua bollente per far staccare lo zucchero caramellato, mettete il piatto di portata sopra e girate velocemente, si staccherà è cadrà nel piatto con tutto il suo caramello. E’ un buon dessert, facile e adatto anche ai bambini.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Gianni Senaldi

    Uhmmm!!!
    Che bel dolce.
    Perché non partecipi al mio contest con questa ricetta.
    Dai, ti aspetto
    Un abbraccio

  2. Anna

    Bellissima ricetta non l’ho mai fatta ,da fare troppo golosa :P!!
    Un’abbraccio Anna

  3. Annalisa

    Chiamiamolo come vogliamo….è comunque una super bontà! Complimenti per la ricettina di zia 🙂

  4. antonella

    sei tornata finalmente e che bella ricetta…
    1. le uova sono intere?
    2. a bagnomaria in forno a quanti gradi?
    un bacio
    antonella

  5. Tamtam

    @Antonella ho aggiunto nella ricetta le cose che tu mi hai fatto notare, hai fatto bene perché mi ero dimenticata i gradi, per le uova invece quando scrivo uova sono intere…un abbraccio, poi passo da te

  6. Anonymous

    Lo riconosco … una delle poche prove dell’esistenza di dio – anche se di quale non è dato sapere.

  7. anna

    Ci vuole abilità anche a sformarlo ^-^.
    Non ti si è spiaccicato per niente, non so se sarei riuscita a fare tanto bene con un creme caramel così grande. In genere faccio le mono-porzioni.
    Bellissima preparazione

  8. ornella

    Buongiorno carissima, sono tornata..ma che fatica “ingranare” stamattina! Di questa crema conosco solamente la versione comprata ma sicuramente non è nemmeno da mettere a confronto!Baci e buon inizio settimana!

  9. Fr@

    Mi è sempre piaciuto. E’ uno di quelle cose semplici e molto molto gustose. Un saluto. 🙂

  10. Stefania

    è un dolce che mi è sempre piaciuto ma che mi sono sempre trattenuta dal fare perchè mi sembrava complessa la cottura a bagnomaria in forno ma mi riprometto di provarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *