tamara.giorgetti@gmail.com

Il Girasole…un pane per l’8 marzo

La giornata internazionale della donna, comunemente definita festa della donna, ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed econom delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Quest’anno la Giornata della Donna compie 100 anni, infatti  proprio nel marzo 1911, fu decretata, da Clara Zetkin dell’Internazionale socialista, Giornata Internazionale della Donna. Forse non ci fu nessun rogo, ci sono pareri discordi su questa vicenda, anzi pare proprio che dopoguerra cominciarono a girare fantasiose versioni secondo le quali l’8 marzo avrebbe ricordato la morte di centinaia di operaie nel rogo di una inesistente fabbrica di camicie Cotton o Cottons avvenuto nel 1908 a New York. facendo probabilmente confusione con una tragedia realmente verificatasi in quella città il 25 marzo 1911, l’incendio della fabbrica Triangle, nella quale morirono 146 lavoratori, in gran parte giovani donne immigrate dall’Europa. Altre versioni citavano la violenta repressione poliziesca di una presunta manifestazione sindacale di operaie tessili tenutasi a New York nel 1857, mentre altre ancora riferivano di scioperi o incidenti verificatesi a Chicago, a Boston o a New York. (Cenni storici da Wikipedia).
Io non sono mai stata d’accordo sui festeggiamenti, non sono mai andata a cena con le amiche, perché non la considero una festa. Le donne sono ancora maltrattate, picchiate, oltraggiate e stuprate, e sono troppe quelle che vengono uccise dai propri mariti e compagni, per cui non mi pare che ci sia nulla da festeggiare, secondo me l’8 marzo dovrebbe essere una giornata di riflessione.

 

 A questo punto fate le vostre decorazioni come preferite, io ho ricoperto il centro con dei semi di zucca e poi ho spolverato tutti gli spicchi (a questo punto sono dei petali) con la curcuma, che non dà sapore ma solo colore. Fate lievitare (io l’ho coperto a campana) per alcune ore, quando è pronto lo vedete perché i petali si uniranno tra di loro. L’ho trasferito nel forno preriscaldato a 180°C per 35-40 minuti.
A cottura avvenuta è diventato davvero un bellissimo girasole, portatelo a tavola così e ognuno staccherà il proprio petalo. Se i petali si tagliano più stretti, si possono anche aprire da una parte, farcire con del prosciutto e richiudere (mi è venuto in mentre adesso mentre scrivevo) così si può servire anche come antipasto. Bellissimo.

 

 
Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. raffy

    meraviglioso cara, mi hai dato un’idea fantastica, un baciozzo!

  2. Eleonora

    Tamara, che meraviglia, davvero una stupenda idea, complimenti sinceri. con che coraggio tagliarlo???

  3. arabafelice

    Grazie per l’idea, sei un genio!!!!

  4. ornella

    Tamara è una meraviglia, veramente splendido! Complimenti sei stata bravissima! Baci

  5. Manu

    Bravissima Tamara
    ti è venuto bellissimo e con la curcuma assomiglia proprio ad un girasole

    grazie per la fiducia
    smack Manu

  6. ZiaDada

    E’ davvero bellissimo…sono senza parole! Complimenti

  7. Lauretta and Mary

    bellissimo!!!

  8. Natalia

    Ciao, ti invito a partecipare al mio contest “il plumcake: dal dolce al salato”.
    Valgono solo le ricette postate dal 23 gennaio 2011, data di inizio del contest.

  9. Tamtam

    @Raffy
    @Eleonora
    @Araba
    @Ornella
    @Manu
    @ZiaDada
    @LaurettaandMary

    grazie a tutte voi, sono felice quando riesco a dare delle idee, ma dobbiamo ringraziare anche Manu di ..Profumi e colori…, perché il bellissimo pane girasole l’ho copiato, come da link, dal suo blog….un abbraccio a tutte.

    @Natalia, partecipo molto volentieri perché adoro i plum cake, specialmente quelli salati che faccio molto spesso con una tecnica molto particolare, ciao a presto…un baciotto alla bimba che vedo sempre in foto

  10. Enza

    meraviglioso….bella idea..Complimenti!!
    ciao
    Enza

  11. anna

    Tamara, è un fiore bellissimo, sembra vero!

    Vedo che non hai risolto il problema del blogroll, ma sono tanti i blog con lo stesso problema.
    Probabilmente è un problema di blogspot o Google
    Un abbraccio

  12. Chiara

    molto, molto bello, complimenti!

  13. Rosalba

    Tamara ma che splendida idea! Questo fiore, se mi fosse donato l’8 marzo, lo gradirei molto di più delle mimose (per me un fiore un pochino puzzolente). Bravissima…e, come dice Eleonara, è quasi un peccato tagliarlo!
    Un abbraccio e buon fine settimana

  14. Federica

    ma è bellissimo!!bravissima!!baci!

  15. Tamtam

    @Enza
    @Chiara
    @Federica
    grazie ragazze, io l’ho fatto per donarlo simbolicamente a tutte le donne e chi lo vuole mangiare…lo fa materialmente…baci a tutte

    @Anna ho fatto già la richiesta all’asistenza di google, stanno vedendo, sì è una cosa generalizzata per molto blog, ma devono comunque intervenire….ciao cara baci

  16. antonella

    ciao tamara questo fiore e’ bellissimo.
    sto qui se vuoi parlarmi su gmail.
    baci

  17. Anonymous

    Ciao, complimenti! Vorrei sapere quanti grammi di lievito di birra dovrei mettere se non volessi usare il licoli. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *