tamara.giorgetti@gmail.com

Cucina Toscana: Buccellato

Buccellato

Il termine Buccellato è antico, risale al tempo dei romani che con “buccellatum” indicavano il pane militare, destinato a trasformarsi in “buccelae” in fette che poi venivano biscottate, il buccellato era la materia prima per fare i biscotti. Il nome deriva dal latino “buccella” che significa “boccone”. Poi il buccellato lucchese fu importato a Venezia dove lo chiamarono “buzolà” ciambella. Il Buccellato è un ottimo dolce, un dolce secco, da colazione, aromatizzato con anice e coriandolo. Queste belle notizie le ho ricavate sempre da Righi Parenti, è la mia fonte, sono sicura che è attendibile. Andiamo a fare il Buccellato.

Buccellato

Ingredienti per il Buccellato:

  • 500 grammi di farina 0
  • 200 grammi di latte
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • 20 grammi di lievito di birra
  • 1 uovo intero più un tuorlo, l’albume l’ho lasciato per spennellare il dolce prima di andare in forno e poi mi sono dimenticata
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia, quella secca home made, da arance bio
  • 50 grammi di burro fatto sciogliere e freddo
  • 100 grammi tra uvetta e canditi
  • 1 bicchierino di rum
  • 10 grammi di anaci  e coriandoli schiacciati

La ricetta più rustica prevede solamente scorza d’arancia o di limone

Ho fatto un lievitino facendo sciogliere il lievito in un po’ di latte tiepido aggiungendo un pugno di farina (tolta dal totale), e passata un’ora ho messo tutto assieme nella planetaria o nella macchina per il pane e ho fatto impastare bene, alla fine ho aggiunto i canditi, l’uvetta, il rum, gli anaci e i coriandoli un po’ pestati, poi ho messo l’impasto in uno stampo da ciambella di 24 cm ben imburrato e infarinato.  Ho infilato lo stampo in un sacchetto per alimenti e messo a lievitare per qualche ora in forno spento, quando è quasi arrivato al bordo ho infornato a 150°C per 40 minuti.  Appena freddo ho versato sopra la glassa fatta con zucchero a velo e limone. Il Buccellato è un ottimo dolce da colazione o per un te pomeridiano, è un dolce antico, classico, un dolce con il sapore di una volta, quando i dolci si facevano con farina, uova zucchero e gli aromi fatti in casa, bucce di agrumi, anice, che era sempre presente nelle case contadine, il Mistral, altro aroma, la Sambuca, ecco questi erano gli aromi e i dolci erano buoni, non era la raffinata pasticceria che abbiamo oggi, le tortine che sembrano opere d’arte e dispiace persino mangiarle, ma erano cose semplici per dare ai ragazzi a merenda o per chiudere un pasto importante.
Un’altra curiosità, il Buccellato, come ogni dolce tradizionale viene fatto in ricorrenze particolari e il Buccellato fa bella mostra nelle pasticcerie di Lucca il 13 settembre, giorno di Santa Croce, e l’Esaltazione della Croce il 14 settembre, per cui ve l’ho fatto in tempo utile. E un antico detto recita: “Chi viene a Lucca e non mangia il Buccellato è come se non ci fosse mai stato”.

Buccellato

Print Friendly

This Post Has 7 Comments

  1. mariabianca

    Che piacere guardare le tue ricette: foto splendide.
    Ti abbraccio e ti copio la ricetta del buccellato.

  2. Ecco le Cose che Piacciono a Me

    Sempre mangiato ma mai fatto: dovrò decidermi, primo o poi, a farmelo senza glutine. Da che m’hanno sglutinato non l’ho più ahimè mangiato…

    1. TamTam

      è davvero ottimo, io non l’avevo mai fatto, mi è piaciuto molto…grazie carissima

  3. Lucia Rovatti

    Non ho capito una cosa scusami
    Tu dici che hai sciolto il lievito in un po’ di latte e poi l hai lasciato lì per un ora! Ma come? Così senza neanche un po’ di farina? Mai sentito! Se puoi rispondimi mi interessa molto la tua ricetta
    Grazie

    1. TamTam

      Scusami Lucia, ho dato per scontato scrivendo lievitino che tutti sapessero che si fa con un po’ di farina, mi dispiace, devi aggiungere, togliendola dal totale un pugno di farina, impasti e lasci coperto per un’ora fino a che raddoppia, scusami ancora a volte mentre si scrive non si riflette abbastanza, grazie della segnalazione, ho corretto…ti aspetto volentieri

  4. Lady Jeanette

    deve essere molto buono.. mi ricorda un dolce napoletano pasquale fatto più o meno con gli stessi ingredienti ma senza uvetta e canditi.. vorrei tanto provare il buccellato

    1. TamTam

      Grazie Jeanette, è ottimo provalo e poi fammi sapere, se vuoi consigli sono qui 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *