tamara.giorgetti@gmail.com

CUCINA SARDA: LORIGHITTAS

Questa pasta l’ho vista nel blog di Giuseppe Capano, qui, io ci vado spesso, mi piacciono le sue ricette è una fonte di idee per una vegetariana. Una pasta, questa, dal nome non proprio facile, lorighittas, a lui l’hanno mandata dalla sardegna, io ho deciso di farla a mano, ho cercato la ricetta, ma non è stato difficile, ho due enciclopedie di cucina sarda, la semola rimacinata è sempre pronta per la pasta, l’acqua pure, e si comincia ad impastare.
Le lorighittas sono una pasta molto importante, preparata in occasione delle feste a Morgongiori, un piccolo paese della Marmilla, (Oristano). 
Da Wikipedia: la Marmilla è una subregione della Sardegna posta nella parte centro-meridionale della regione. È delimitata a est e a sud dal Campidano, a nord-ovest dal Monte Arci, a nord dalla Giara di Gesturi e dalla Giara di Serri, a est dal Flumini Mannu. Etimologia: Il nome Marmilla proviene dalle vaste colline tondeggianti assomiglianti verosimilmente a mammelle (vedi Castello di Marmilla a Las Plassas). Altra ipotesi è quella secondo la quale vista la presenza di molte paludi nella zona, il paesaggio poteva apparire punteggiato da “mille mari”. 
Bellissimo il villaggio nuragico di su Nuraxi a Barumini, uno dei meglio conservati, per vederlo, anni fa, soffrimmo un grande caldo, in pieno agosto, ma uscimmo sbalorditi dalla bellezza  interna di quella costruzione, è anche molto grande.
Preparare le lorighittas richiede molto tempo, è una pasta che va fatta interamente a mano, in realtà è uno spaghetto arrotolato, ripiegato ad anello e fissato, i condimenti possono essere di vario tipo, io ho scelto un sugo fresco con pomodorini, olive e peperoncini, ma non piccanti, quelli a cornetto che danno un gustoso sapore di peperone. Passiamo all’impasto

Ingredienti per la pasta:

400 grammi di semola rimacinata di grano duro
8 pizzichi di sale
220 grammi di acqua
Impastare normalmente a mano o planetaria, io uso la macchina del pane, funzione solo impasto, ho messo tutto insieme dentro e viene un impasto molto liscio ed elastico, mettete a riposare qualche ora.

Per fare le lorighittas bisogna prima fare degli spaghetti un po’ grossi, tipo i pici, assottigliarli sulla spianatoia, fargli fare due giri intorno al dito indice e medio uniti e poi intrecciarli tenendoli da un lato come da foto, però vi metto anche il link del sito di dove ho preso la ricetta per la preparazione delle lorighittas, qui, una chiara spiegazione con foto ben fatte.

per il condimento:

pomodorini datterini
olive nere
olio evo
aglio, fresco, adesso si trova
peperoncini rossi, cornetti, non piccanti
Ho messo olio, aglio e diversi peperoncini, non piccanti, in una padella capiente, poi le olive tagliate a rotelline e quando si è colorato ho buttato dentro i datterini tagliati in due, tenete il fuoco alto, altrimenti i pomodorini diventano salsa, pochi minuti e spegnete. Nel frattempo avrete messo sul fuoco una grande pentola con acqua, portate ad ebollizione, mettete una manciata di sale e poi le lorigattas, vogliono circa 10 minuti, comunque assaggiatele, quando sono pronte prendetele con una schiumarola e versatele nella padella con il sugo, ripassate pochi minuti e impiattate, io ho messo sopra del pecorino, ci sta benissimo.



Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 12 Comments

  1. Alessandra

    Mai vista questa, bellissima! E dev’essere buonissima, amo la cucina sarda!

    Ciao
    Alessandra

  2. Sara

    Perfetti… non ho parole… mi dovresti dare qualche ripetizione… salvo il post immediatamente!

  3. anna

    E’ una pasta bellissima, sono contenta che tu l’abbia condivisa con noi.
    Tenta moltissimo e sono convita che sarà ottima con qualsiasi condimento si prepari 🙂
    Buon fine settimana

  4. SimoCuriosa

    complimenti hai un bellissimo blog! e poi la Toscana…è la Toscana!
    a presto

  5. Gian Viva

    sei un artista a fare la pasta in quel modo e’il primo piatto e’ buonissimo…

  6. Mariabianca

    Carissima amica che bel tipo di pasta hai fatto,i miei complimenti.

  7. francesca

    bellissima questa pasta!
    fra

  8. Sonia

    questo e amore e passione per la cucina e la buona tavola! bellissimo piatto! buona domenica :-))

  9. Simona

    Dev’essere il periodo delle lorighittas, perche’ anche io le ho fatte di recente. E’ un lavoro di pazienza, ma anche di soddisfazione. E mi piace il condimento che hai usato per le tue belle lorighittas.

  10. Fr@

    Non la conoscevo questa pasta. Mi ha molto incuriosito. Proverò a rifarla.

  11. giovanna

    Molto belli!

    1. TamTam

      Grazie Giovanna 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *