tamara.giorgetti@gmail.com

Crostata con crema pasticcera e frutti di bosco

Crostata Ai Frutti Di Bosco

Inizia oggi  la Settimana dei Frutti di bosco del Calendario del cibo italiano di aifb e questo è il mio contributo, una crostata ricoperta di crema pasticcera con sopra tanti frutti di bosco. Ambasciatrice della GN è Fausta Lavagna del blog caffè col cioccolato.

Una crostata friabile ricoperta di crema pasticcera con sopra tanti frutti di bosco di tutti i tipi, io ho usato solo lamponi, che adoro e more, ma potete usarli tutti un giro ogni tipo. sono buoni e fanno molto bene, tante vitamine.

I frutti di bosco sono un tipo di frutta che cresce in un clima umido tipico del sottobosco. I più conosciuti sono sicuramente le fragoline di bosco (frutti della F. vesca), lamponi (frutti della R. idaesus), more di rovo (frutti del R. ulmifolius), mirtilli rossi, neri e ossicocchi (frutti delle piante Genere Vaccinium), ribes rossi o neri ed uvaspina (frutti delle piante Genere Ribes); d’altro canto, potrebbero rientrare nella stessa categoria anche amarene (frutto del P. cerasus), more di gelso (frutti del M. nigra e M. alba), bacche del sambuco nero (frutti del S. nigra) ecc. I frutti di bosco ricchi di vitamina C con modeste concentrazioni di carotenoidi ed alcune vitamine del gruppo B. I frutti di bosco sono anche ricchi di fibre, acqua, sali minerali, sostanze fenoliche e fruttosio.

crostata ai frutti di bosco

Il termine “frutti di bosco” identifica un insieme di frutti che non sono simili per la classificazione botanica, ma perché nascono e vivono nello stesso habitat naturale o ambiente di crescita; in parole povere, i frutti di bosco si trovano tutti nel sottobosco o, più genericamente, nelle macchie di vegetazione selvatica.
I frutti di bosco vengono usati molto in cucina, si prestano a varie preparazioni sia dolci che salate, purtroppo il loro acquisto è abbastanza complicato rispetto alla frutta tradizionale, i costi sono molto elevati e il consumo minimo. Usiamoli se possiamo crudi per preservarne il contenuto vitaminico ed antiossidante, aggiungiamoli a yogurt, mousse, bavaresi, gelati e altri dolci al cucchiaio, l’aromatizzazione di liquori, l’estrazione di succhi di frutta, l’integrazione a dolci lievitati e ottimi per i primi piatti come pasta e risotti.[1]

Per altre spiegazioni andate nel sito aifb con l’approfondimento di Fausta Lavagna ambasciatrice della GN e vi lascio la ricetta della mia crostata con crema pasticcera e frutti di bosco.

Frutti di boscoIngredienti per Crostata con crema pasticcera e frutti di bosco:

  • 300 g di farina O
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • 1 cestino di lamponi e 1 cestino di more

per la crema pasticcera

  • 3 tuorli di uova bio
  • 60 g di zucchero
  • 30 g di maizena
  • i semi di una bacca di vaniglia
  • 300 ml di latte

Mettete in un mixer o se preferite a mano la farina, lo zucchero a velo e il burro a pezzetti, frullate per un paio dis econdi quindi aggiungete i due tuorli e frullate ancora fino ad avere una palla, basteranno pochi secondi, se l’impasto dovesse risultare troppo secco aggiungete poche gocce di acqua, raccogliete la palla che otterrete e fatela riposare per mezzora in frigorifero. La frolla con lo zucchero a velo risulta molto fine e friabile, particolarmente adatta per crostate da farcire con creme delicate.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Mettete a scaldare il latte, e intanto sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete la maizena e quindi il latte caldo a filo, unite la vaniglia e portate ad ebollizione sempre gurando con un cucchiaio di legno. Non fate bollire molto perché potrebbe impazzire, toglietela dal fuoco e poi mettetecela di nuovo il tutto per pochi minuti, il tempo necessario per cuocere gli ingredienti. Fate freddare.

Riprendete la pasta frolla e stendetela, aiutandovi con della carta forno mettetela in una teglia di 22/24 cm e infornatela a 170° per 30 minuti e quando sarà dorata lasciatela freddare.

Una volta che il guscio di frolla sarà freddo riempitelo con la crema pasticcera e decoratelo con i frutti di bosco come preferite.

 

crostata ai frutti di bosco

[1] my-personaltrainer

Print Friendly

This Post Has 8 Comments

  1. Enrica

    La tua crostata sembra davvero buona e leggera! Mi piacerebbe proprio assaggiarne una fetta! Amo le crostate!

    1. TamTam

      Grazie Enrica, è una classica crostata, solo i frutti di bosco la rendono particolare, con la crema pasticcera sono il massimo 😉

  2. fausta lavagna

    Che dire, Tamara? Una crostata “da manuale”, accompagnata da foto splendide. I frutti di bosco non potevano chiedere di meglio… Un bacio e grazie! 🙂

    1. TamTam

      Fausta la crostata è classica, sono i frutti di bosco e la crema a fare il resto, è ottima dico la verità 😉

  3. Manu

    Foto come sempre spettacolari che rendono merito ad una crostata golosissima con i frutti di bosco
    Ciao Manu

    1. TamTam

      Grazie Manu, la crostata è classica quindi non ho osato molto, però buona, una pasta bella croccante con lo zucchero a velo, le foto potevano venire anche meglio…saluti cari

  4. Camilla

    Una crostata perfetta, dalle fotografie sembra davvero invitante; dolce al punto giusto e leggera.
    Ne mangerei volentieri anche due fettine 😛

    1. TamTam

      grazie Camilla, è molto buona e delicata è vero e neppure molto dolce, è finita da un pezzo, è uno dei dolci più amati la crostata pensa che in inverno ne faccio una a settimana con le varie confetture 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *