tamara.giorgetti@gmail.com

Crostata con marmellata di visciole

Crostata

E’ il più classico dei dolci, quello che piace un po’ a tutti, certo anche se si cambia il gusto della marmellata la crostata, una volta individuata una buona ricetta, è sempre uguale. Io però per farla un po’ diversa cambio la farina e questa volta la faccio con la farina di grano kamut. Il grano kamut risale addirittura agli egizi, sono state trovate le spighe dentro i sarcofagi e non si sa se è una leggenda (ma pare di no) tornando da un viaggio con pochi chicchi, un signore americano fece rinascere questo antico e buonissimo grano che nessuno avrebbe mai più assaggiato, e che io invece uso molto per tutto, dolci, pasta e soprattutto pane. Il procedimento è sempre lo stesso e gli ingredienti uguale.

Ingredienti Crostata con marmellata di visciole

500 gr di farina di kamut
230 gr di burro
250 gr di zucchero
2 uova e un tuorlo (io ho messo solo due uova di papera)
un cucchiaino raso di lievito cremor tartaro
un barattolo di marmellata di visciole

Mescolo la farina con lo zucchero e il lievito, poi si aggiungo il burro a pezzetti e impasto velocemente  in modo di scaldare pochissimo il burro,  aggiungo poi le uova e impasto sempre molto poco.  Poi prendo la pellicola e ci metto sopra 1/3 della pasta, (l’altra mi servirà per fare la griglia) la stendo un poco, la incarto e la metto in frigo. Faccio altrettanto con l’altra parte di pasta. Dopo un paio di ore imburro e infarino la tortiera bassa di porcellana da forno e stendo velocemente la pasta, la metto nella tortiera e la accomodo con le mani perché tanto si rompe, dopodiché ci metto la marmellata, la livello bene e poi con tutta la pazienza, sempre aiutandomi con la pellicola, stendo l’altra parte di impasto per fare la griglia. Taglio delle belle strisce con la rotellina dentata, e le metto sulla crostata. Una volta finito la metto in forno preriscaldato a 170°C per 30/35 minuti. E’ buonissima, sentite il sapore della farina.

 
Print Friendly

This Post Has One Comment

  1. Burro e Miele

    Mi ricorda molto piacevolmente la crostata di amarene che faceva mia nonna. E lei, faceva anche la sua marmellata…
    grazie del tuo passaggio nel mio pezzettino di mondo e grazie anche del mostrare i sapori della tua maremma che conosco ben poco.
    saluti cari
    Eleonora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *