skip to Main Content

Crostata con confettura e pesche fresche

Crostata Con Confettura E Pesche Fresche

Crostata con confettura e pesche fresche. Il cambiamento climatico ci consente di accendere il forno con più facilità.  È stata una brutta estate, calda, umida e le ondate di calore sono state molto lunghe,  l’anticiclone africano, odiato alle nostre latitudini, non lasciava respirare. Non sono riuscita a preparare nulla oltre a insalate, tanti pomodori, tante mozzarelle e nient’altro. Mai come quest’anno ho avuto poca voglia di cucinare, sarà l”età? Boh, credo che sia il caldo che mi ha portato via anche la voglia di fotografare, cosa grave, non era mai successo. Adesso vediamo se riesco a riprendere, anche con fatica ma qualcosa cerchiamo di fare.
Cominciamo con una crostata con una frolla per me interessante, la frolla Milano di Massari, ormai faccio quasi sempre questa, è friabile e adatta a biscotti o crostate, il dolce più amato in famiglia, ormai ridotta a 3 elementi. Ho scelto di fare una crostata con confettura di pesche e pesche fresche, per me sono le migliori, morbide e profumate, mantenendo la croccantezza della crostata. La frolla Milano di Massari, si lavora bene e da ottimi risultati.

 

Crostata con pesche fresche

Ingredienti per “Crostata con confettura e pesche fresche”:

  • 200 g di burro
  • 75 g di zucchero a velo
  • 40 g di miele di acacia
  • 1 tuorlo
  • 2 g di sale sciolto con pochissima acqua
  • 1 semini di un baccello di vaniglia
  • la scorza grattata di 1 limone di giardino
  • 300 g di farina debole, va bene una doppio zero OO con proteine basse

L’ordine che vedete è quello da usare per preparare la pasta frolla con la planetaria. Si comincia mettendo il burro morbido, ma sempre plastico, non troppo sciolto, se il burro dovesse essere troppo liquido la frolla sarà dura. Aggiungiamo lo zucchero a velo, quindi il miele che conferirà una colorazione alla nostra frolla.
Cominciamo a lavorare a bassa velocità per far assorbire al burro sia lo zucchero che il miele. Andiamo avanti qualche minuto senza far montare il burro, aggiungiamo quindi il tuorlo d’uovo.
Sciogliamo il sale nell’acqua e aggiungiamolo all’impasto, quindi apriamo il baccello di vaniglia e prendiamo i semini, uniamoli all’impasto e facciamo la stessa cosa con la scorza del limone, grattando solo la parte gialla.
Setacciate la farina e aggiungetela all’impasto.  Continuate a lavorare fino a far assorbire tutta la parte grassa alla farina, non impastate troppo altrimenti il risultato sarà una frolla troppo dura, se troppo poco la cottura non sarà uniforme.
Quando non si vedrà più la farina stoppate la planetaria, sarà pronta. Per capire se la frolla è pronta, prendetene un pezzetto in mano e fatela girare, se la vostra mano rimarrà pulita la pasta sarà pronta. Fate un panetto e mettetela in frigorifero, anche fino al giorno dopo, comunque almeno due ore.

Per farcire la crostata:

  • 1 barattolo di confettura di pesche a pezzetti
  • 4 pesche fresche tagliate a spicchi
  • zucchero di canna

Stendete la pasta frolla nello stampo che avete scelto, livellatelo bene, stendetelo ad un’altezza di 5mm non di più, una volta pareggiato e decorato il bordo rimettetelo in frigorifero per un riposo di 30 minuti.
Accendete il forno a 180 °C.
Riprendete lo stampo e stendete sulla base la confettura di pesche, quindi tagliate le pesche fresche a spicchi piccoli e decorate la crostata come preferite, io ho messo gli spicchi in modo circolare, ho spolverizzato con lo zucchero di canna e infornato.  Dopo 10 minuti abbassate a 160 °C e continuate a cuocere la crostata per altri 30 minuti: a questo punto copritela con un foglio di alluminio per evitare che si scurisca troppo, verrà comunque colorata perché la presenza del miele la farà colorare.

È una buona crostata, molto stuzzicante e sarà gradita, garantito.

 

Print Friendly, PDF & Email
Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top