tamara.giorgetti@gmail.com

Crema Catalana

 

CREMACATALANA1

Questa volta Francesca di Burro e Zucchero è la nostra ambasciatrice e ospita nel suo blog la Spagna, paese molto vicino a noi, per tradizione e cultura. Ci sono alcune cose che non amo di questo paese, essendo animalista non condivido la corrida e altre cose, però non posso ignorare le bellezze naturali, che sono molte. Recentemente ho visto il film “Il cammino per Santiago”  e la bellezza dei luoghi, che si incontrano sul cammino mi ha davvero affascinata.  Francesca inizia il suo viaggio con la Paella, e chi non la conosce? tutti, almeno una volta abbiamo cucinato o tentato di farlo questa ottima ricetta, continua il suo viaggio con le ensaimadas, ottime brioche che ho preparato alcuni anni fa.

ABC_CE

Abbecedario culinario d’Europa

La ricetta che ho fatto per questa occasione l’Abbecedario culinario d’Europa è la famosa Crema Catalana. La Crema Catalana credo sia stata replicata da ogni persona che sa tenere un mestolo in mano, è facile, veloce e di grande figura. Certo ci vogliono ottime uova, possibilmente biologiche o comunque di galline che razzolano a terra, e cercare di no farla impazzire. La Crema Catalana somiglia molto al Latte alla Portoghese, soprattutto per gli ingredienti principali, è un’ottimo dessert, gradito ai più. Ecco la ricetta.

CREMACATALANA2

Ingredienti per la Crema Catalana:

  • 2 cucchiai di maizena (amido di mais)
  • 8 tuorli – di uova biologiche
  • 1,4 litri di latte
  • 6 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 stecca di cannella
  • la buccia grattata di un limone bio

CREMACATALANA3

Ho sciolto la maizena in un paio di cucchiai di latte freddo. Ho messo a bollire il latte con la stecca di cannella e la buccia del limone grattata e metà dello zucchero. Ho sbattuto i tuorli con lo zucchero rimasto e ho aggiunto la maizena sciolta nel latte e poi il latte caldo, ho messo sul fuoco e ho fatto cuocere per qualche minuto senza far bollire, è comunque una crema e c’è sempre il rischio che si stracci, che impazzisca.

CREMACATALANA6

 

Togliere la stecca di cannella e versare in contenitori adatti, far freddare e poi mettere alcune ore in frigorifero. Tirare fuori cospargere di zucchero di canna e caramellare con il cannello o sotto al grill fino a che non prende la colorazione tipica di bruciato, da qui anche l’altro nome “crema bruciata”. E’ un ottimo fine pasto o anche una merenda sostanziosa per i bambini, sicuramente sana e nutriente.

 

CREMA CATALANA

Print Friendly

This Post Has 15 Comments

  1. Pingback: Crema Catalana - Un pezzo della mia Maremma | U...

  2. FrancyBurroeZucchero

    Ciao carissima! grazie infinite per questa ricetta, per esserti unita al viaggio in Spagna! che dici, questa ricetta non è per niente banale! certo, è una fra le più conosciute e ci sarà un perchè, no? 🙂 io personalmente LA ADORO e spero di riuscirla a fare al più presto! e ovviamente proverò la tua ricetta, che dalle foto mi sembra sia venuta alla grande! un bacione e a presto!

  3. Gata da Plar Mony

    anch’io ho appena proposto questa ricettina a Francesca :DDD
    anche tu conquistata da quel film vero? ^^
    è STUPENDO!

    A presto Compagna di Viaggio 🙂

    1. TamTam

      Sì, le prime volte non l’ho guardato pensando al solito polpettone noioso, e invece qualche giorno fa mi ha proprio conquistata…la crema catalana ragazzi è una delizia…un abbraccio 😉

  4. Nadia

    La crema catalana e’ uno dei miei dolci preferiti ottima ricetta !!!!
    Un abbraccio :-)))

    1. TamTam

      anche a me piace, facile, veloce e ottima…;)

  5. Fr@

    Difficile dire di no alla crema catalana, anche dopo un pasto luculliano.

    1. TamTam

      Hai ragione Fra, l’unica cosa che ne ho fatta poca, domani replico…un abbraccio 🙂

  6. mariabianca

    Le fotografie parlano da sole; ne mangerei molto volentieri almeno una ciotola.
    Un abbraccio e buona serata a te.

  7. edvige

    Adoro la crema catalana. Grazie per la ricetta buona giornata.

  8. anna

    Quei due coccetti sono un attentato, che bella visione!!!
    Tu cosa hai usato: il cannello o il grill?
    Foto eccellentissime.
    Un abbraccio

    1. TamTam

      ciao Anna, ho usato il cannello, uno molto semplice da 6 euro, piccolo ma carino e funziona bene…non ti dico come sono venute le ensaimada anche questa volta, quanto mi piacciono, stasera le posto…un abbraccio

  9. Lalla

    E’ uno dei pochi dolci che mi fa impazzire e…la faccio esattamente come ce l’hai descritta tu.

    1. TamTam

      anche io vado pazza per queste creme, l’altra è il latte alla portoghese, mi fa impazzire…

  10. Aiuolik

    Ce l’ho fatta! Le ho raccolte tutte e sono qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/11/p-come-paella.html!
    Grazie per aver partecipato e ora…tutti in Germania!!!
    Aiu’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *