tamara.giorgetti@gmail.com

Confettura di fragole e petali di rosa

Confettura Di Fragole E Rose

Oggi per il Calendario del cibo italiano di AIFB – Associazione Italiana Food Blogger inizia la settimana delle conserve  con ambasciatrice Sabrina Gasparri.

Questa non è una semplice confettura, è La Confettura di Fragole e Petali di Rosa della mia amica Rosa Maria Tenore. Alcuni anni fa la mia cara amica Rosa Maria Tenore, di Torte e d’intorni e nel suo blog troverete un sacco di cose buone, pubblicò questa confettura, io la dovevo assaggiare il nome “Confettura di Fragole e rose” mi colpì e al solo pensiero i ricettori si misero in allarme. Dovete sapere che Rosa è brava e meticolosa e la sua bravura viene fuori in modo particolare nelle confetture, ha una fantasia illimitata e combina dei sapori che rimangono in mente a lungo e io rimasi prima colpita dal nome. Dopo poco ebbi la fortuna di assaggiarla. Rosa mi portò un barattolino di confettura al nostro primo incontro a Bologna con le altre ragazze dell’Abc. Arrivata a casa apriri il barattolino e il profumo di quei petali l’ho sentito per molti giorni, la confettura finì in pochi minuti. Una delizia, mai mangiato una confettura migliore dico la verità. Purtroppo la così fini lì insieme alla confettura e non ne abbiamo parlato più fino a un mesetto fa.

10262048_1178183302209496_833399495676497946_n-300x170da Wikipedia: Con il termine marmellata si intende una preparazione semisolida dolce a base di agrumi e zucchero e cotta a lungo.
Nonostante impropriamente nel gergo comune i termini confettura e marmellata siano sinonimi, dal 1982 per effetto di una direttiva comunitaria solo prodotti ottenuti da agrumi possono essere venduti nell’Unione europea con la denominazione di “marmellata”, mentre tutte le altre preparazioni vanno chiamate confettura.

confettura di fragole e rose

Mia nonna mi raccontava di quando era ragazza e mettevano a bagno i petali di rosa, all’epoca erano sicuramente privi di pesticidi e dopo una notte al mattino dopo filtravano l’acqua e avevano fatto l’acqua di rose e con quella si pulivano il viso, non so se per quella è per altro ma mia nonna aveva la pelle di una pesca. E anche mamma mi parlava dei fiori e con i fiori che mettevano a bagno la notte di San Giovanni si lavavano il viso il giorno dopo e diventavano bellissime, facile per mia madre che era già molto bella. Anni fa, con le rose del mio giardino di Grosseto ho fatto la confettura di petali di rosa, ne feci alcuni barattoli e ricordo ancora il sapore, il profumo era molto forte e sui formaggi era molto buona. Anni dopo ho fatto gli zuccherini con i petali di rosa, purtroppo non avevo ancora il blog e non c’erano i cellulari per immortalare le meraviglie in cucina per non parlare della reflex all’epoca sconosciuta. Dopo non ho avuto più molto tempo e adesso che potrei non ho più il giardino e sembra che i petali di rosa eduli, freschi, non li venda nessuno. Questa confettura è preparata con i petali secchi che conservano tutto il loro profumo e sono stati comprati in un bellissimo e fornito negozio di spezie a Ginevra sempre dalla mia amica Rosa che mi ha fatto dono dei petali e che ringrazierò sempre. Il negozio si chiama Lyzamir e ha tantissime spezie e fiori, diventerà il mio fornitore a Roma non si trova quasi nulla.

1601032_1480675255538235_6590527987225795446_n

Andiamo a presentare la ricetta per prepare la confettura di fragole e petali di rosa:

  • 1 kg di fragole di ottima qualità mature e integre
  • 800 g di zucchero, io 500
  • il succo e la buccia di 2 limoni
  • 6 cucchiai di petali di rosa secchi
  • 2 cucchiay di brandy
 Le fragole vanno lavate con metà acqua e metà aceto prima di togliere il picciolo per evitare assorbano acqua che le renderebbe sciape, perderebbero il loro sapore delicato. Dopo togliete il picciolo e tagliate le fragole a pezzettini, mettetele in un contenitore, aggiungete lo zucchero e il succo di limone e i petali di rosa, coprite e mettete in frigorifero per la notte. La mattina riprendete le fragole e mettete tutto in un tegame antiaderente, aggiungete i filetti di buccia di limone fatti con un rigalimoni e cuocete la confettura per circa 20 minuti, (calcolate dal momento in cui comincia a bollire) quando sarà meno liquida assaggiatela, potete fare la prova piattino ma dovrebbe essere pronta, tenete presente che continuerà ad asciugarsi e a cristallizzare quindi toglietela un po’ prima. Mettete subito la confettura nei barattoli (sterilizzati con il mircoonde per 3 minuti) e chiudeteli subito, metteteli a testa in giù fino ad avere il sottovuoto, se ciò non avvenisse fate sterilizzare voi i barattoli per 20 minuti.
Per sterilizzare i barattoli al microonde: Bagnate i barattoli, fuori e dentro, e metteteli alla massima potenza per 3 minuti nel microonde e saranno perfettamente sterilizzati. Prendeteli con una pinza e riempiteli di confettura, chiudeteli con i tappi, nuovi e passati con alcool  da alimentazione.

confettura di fragole e rose

 

confettura di fragole e rose

Print Friendly

This Post Has 6 Comments

  1. Camilla

    Deliziosa la tua confettura, dalle bellissime fotografie sembra proprio buona! 😛

    1. TamTam

      Grazie Camilla, è ottima dico la verità 😉

  2. Giuliana

    deve essere profumatissima!!

    Grazie per la ricetta! I petali di rosa sarà difficile trovarli, anche secchi, ma non dispero…

    1. TamTam

      Giuliana ciao, i petali di rosa secchi si trovano nelle erboristerie ben fornite, cerca nella tua città vedrai che li trovi, è buona, io l’ho copiata dalla mia amica Rosa che è un’appassionata di confetture ne fa di stupende…fammi sapere 😉

  3. alessia

    Ricetta me-ra-vi-glio-sa. Anch’io faccio confetture di tutti i tipi, le adoro, e questa è davvero speciale….

    1. TamTam

      Grazie Alessia, io ne faccio pochissime perché i miei non fanno colazione a casa, le uso solo per le crostate quindi preferisco farne poche, questa mi piace molto ma la mangio solo io 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *