tamara.giorgetti@gmail.com

Ciabattine nerissime!!! e bianche….

Ciabattine nere
Ciabattine bianche
Ciabattine bianche
Queste belle ciabattine le ho copiate da Anna, le cose che fa lei sono sempre sicure, riescono sempre molto bene, ed io spesso, specialmente quando si tratta di pane, copio volentieri le sue ricette. Questa volta ho copiato male….invece di leggere 15 ho letto 150, così invece di mettere 15 grammi di semi di papavero ne ho messi 150…risultato delle ciabattine buone, ben lievitate, ben cotte, belle croccanti, ma nere nere con un ottimo sapore di papavero tostato… le mangerò tutte io perché mio marito con tutto quel papavero non le mangia di certo, infatti sto impastando di nuovo quelle bianche. Invece quelle bianche lo ho impastate senza semi di papavero, sono venute più chiare e sono buonissime.
Ingredienti

150 gr di semi di papavero + 30 gr di acqua
150 gr di lievito liquido (licoli) con un minimo di 6 pseudo-rinfreschi con semola rimacinata
200 gr di acqua fredda

250 gr di farina manitoba

70 gr di semola rimacinata
15 gr di crusca di frumento
1 cucchiaino di sale
Mettere a tostare in una padella  i semi di papavero e poi tenerli a bagno per 2 ore circa. Intanto
 mescolare per 1 minuto:  150 grammi di licoli, 140 grammi di acqua di frigo e le farine setacciate, lasciare riposare (autolisi) per 30 minuti. Passato questo tempo unite al composto gli altri 60 grammi di acqua, il sale e i semi di papavero e mescolare ancora gli ingredienti per 3/4 minuti.
Ungete un ciotola con l’olio e metteteci dentro  l’impasto, coprite con pellicola fate lievitare per 2 ore e 30 a temperatura ambiente. Durante le due ore, per due volte,  fate le pieghe a tre  all’impasto (due pieghe a tre per volta).
Io non l’ho fotografato durante la lavorazione, ma potete trovarlo nel blog di Anna. Mettete l’impasto su un piano di lavoro infarinato, schiacciatelo per stenderlo, poi dividetelo in 6 pezzi abbastanza irregolari.
Mettete i pezzi tagliati sulla teglia ricoperta di carta forno e lasciateli lievitare a temperatura ambiente per 1 ora e 1/2, io li ho coperti con pellicola per alimenti.
Passato il tempo di lievitazione, infilate la teglia in un sacchetto di plastica per alimenti, chiudetelo e mettetelo in frigorifero. La teglia andrebbe messa nella parte meno fredda, ma adesso i frigoriferi hanno la stessa temperatura sia in alto che in basso ed io ho abbassato la temperatura di tutto il frigorifero per una notte.
La mattina tirate fuori la teglia e fatela tornare a temperatura ambiente, io l’ho lasciata diverse ore. Accendete il forno a 250°C, mettete dentro un contenitore con acqua per creare umidità e appena pronto infornate. Dopo alcuni minuti portate la temperatura a 200° e lasciate cuocere per circa 30 minuti, gli ultimi dieci togliete la teglia e mettete le ciabattine direttamente nella griglia abbassando ancora la temperatura per finire la cottura e farle diventare croccanti.
Quest’ultima parte, la parte della cottura, potete notare che è diversa da quella di Anna, perché ogni forno è diverso, e ognuno deve decidere in base al proprio, il mio è a gas e cuoce meno.
Print Friendly

This Post Has 6 Comments

  1. ornella

    Sono meravigliose, ti sono venite benissimo! Se fossi vicino ti aiuterei io a finire quelle nere!! Pensa che proprio ieri in un negozietto biologico ho preso in mano un sacchettino di semi di papavero (non ne avevo mai trovato qui) poi l’ho rimesso giù perché come te mi toccherebbe mangiarlo tutto da sola! Bellissime e bravissima! Buona giornata un abbraccio

  2. Federica

    Mi unisco in coro alle altre, se proprio non sai come finirle tutte ti aiuto anch’io per quelle nere ^__^ Amo troppo i semi di papavero e direi che è stata una gustosissima “svista”!
    Un bacio, buona giornata

  3. Damiana

    Ciao cara anche se in ritardo vengo a ringraziarti per la mia streghetta.In questi ultimi tempi sembro un flash e solo ieri ho potuto sbirciare finalmente sul mio blogghino.E che bella sorpresa!!!Grazie di cuore,sai quella streghetta mi rappresenta proprio perbenino!!Quante cose deliziose mi sono persa,perciò corro a rifarmi un pò gli occhi…a me quella ciabattina nera nera con quei bei pomodorini,fa una voglia esagerata!!Bravissima tam tam,un bacio!!!

  4. Lia

    Ma dai che carine quelle nere, sarei curiosa di assaggiarle, magari quando fa un po’ meno caldo provo a farle, quindi alla fine non è un male che tu sia stata sbadata :o)!

  5. antonella

    anchio le voglio fare , con il pomodoro e basilico , tipo bruschette sembrano favolose.
    sei stata brava
    ciao

  6. Tamtam

    @Ornella
    @Anna
    @Federica
    @Damiana
    @Jennifer
    @Lia
    @Antonella

    Ragazze vi ringrazio tantissimo, sono felice quando mi si fanno dei complimenti, sono sincera, anche perché quando “creo” un piatto la soddisfazione è tanta perché ci metto tutto il mio impegno e la mia passione…però questa volta il merito si deve dividere, come ho scritto, con Anna, io sono stata una buona esecutrice e forse, senza volerlo, ho “inventato” quelle nere, che sono buonissime…un abbraccio a tutte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *