tamara.giorgetti@gmail.com

Chiffon cake arancio e limone

Fluffosa Arancio E Limone

Chiffon cake arancio e limone per la sua sofficità. Sì e questa volta posso dire che è perfetta, non è questa la sua forma, ma per una mia sicurezza ho preferito farla in uno stampo a me molto caro e garantito, da questo stampo doveva per forza uscire.

chiffon cake

 

 con questa ricetta partecipo all’Abbecedario culinario mondiale, ospita questa tappa americana Simona del blog Briciole

 Abbecedario Culinario Mondiale

Ho ordinato l’ennesimo stampo. Una volta arrivato l’ho provato subito ed ecco il primo fallimento, la mia chiffon cake si era attaccata alle pareti dello stampo senza se e senza ma e dovetti faticare non poco per farla uscire. Misi a posto lo stampo che sta ancora lì, non ho più pensato ad una chiffon cake fino a quando ho cominciato a vederne in giro. Ho deciso così di riprovarci ma con il mio stampo preferito e adesso posso affermare che questa è stata la prima, ce ne saranno altre, è un’ottima torta. Andiamo alla ricetta.

Ingredienti per chiffon cake limone e arancio per uno stampo 26/28 cm:

  • 235 grammi di farina O
  • 50 grammi di farina di riso
  • 300 grammi di zucchero semolato, se preferite anche di canna, io non lo avevo ma va bene, anzi meglio
  • 7 uova
  • il succo di 1 limone
  • scorza grattata di 1 limone e 1 arancio
  • 120 grammi di olio extravergine, io bio della Sabina molto delicato
  • 2 bustine di cremor di tartaro
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

salsa all’arancio e limone da versare sulla torta

  • il succo di due arance e 1 limone
  • 100 grammi di zucchero
  • 1 bicchierino di grappa

Glassa da mettere sopra fatta con zucchero a velo e qualche cucchiaio di succo d’arancio, sopra zeste di limone

 

Separare i tuorli dagli albumi e montare molto bene questi ultimi, setacciare la farina in una ciotola insieme al cremor di tartaro e al lievit0 (la prossima volta non metto il lievito, io uso sempre e solo il cremor di tartaro, aggiungere poi lo zucchero e mischiare gli ingredienti. Versare al centro l’olio evo, i tuorli gli agrumi spremuti e mescolare, per ultimo aggiungere gli albumi montato a neve con molta delicatezza per evitare di smontarli. Versare nello stampo (io della poppy citrus) e infornare a forno già caldo 165°C per 55 minuti poi alzare per altri 10 minuti a 175°, io non l’ho fatto perché il mio forno è a gas e scalda di più, io l’ho tolta a 45 minuti ed era cotta alla perfezione ed è uscita immediatamente appena girata.

Ho preparato la salsa facendo bollire per pochi minuti il succo delle arance e del limone con lo zucchero e e poi l’ho versato lentamente sulla torta, che avevo rimesso nel suo stampo, praticando dei fori in modo da far assorbire la sala alla torta. Quando era fredda l’ho tolta dallo stampo e vi ho versato sopra una glassa fatta con zucchero a velo e succo d’arancio e sopra zeste di limone.

E’ una torta morbidissima, è molto nutriente e molto calorica, fra uova e zucchero non è un dolce che si può mangiare molto spesso, ma è davvero ottima.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 5 Comments

  1. annaferna

    stupenda! Proverò questa versione, mi attira molto
    grazie di averla postata
    bacio

  2. Maria bianca

    Magnifica……che dici la provo?

  3. Profumo di Sicilia - Piccolalayla

    Favolosaaaaaaaaaaaa!!!! Posso averne un pezzo???? A presto LA

  4. Maurizia Le Ricette del Pozzo Bianco

    questa fluffosa ha una forma bellissima….. e vorrei usare anch’io uno stappo simile prossimamente….. potresti però darmi alcune precisazioni?
    1) lo stampo così lavorato va oliato ed infarinato ?
    2) la volti subito ….. alzi semplicemente lo stampo appena togli la torta dal forno?
    3) fino a che livello riempi lo stampo ; 2/3 ? quasi tutto?

    Grazie………… :))

    1. TamTam

      Ciao Maurizia, questo è uno stampo originale americano della Bundt e non va né imburrato, né infarinato, è uno stampo splendido ti dico la verità costa un po’ ma è indistruttibile, né burro né farina e i dolci escono da soli, una meraviglia, l’unica cosa da fare quando è cotta girarla subito altrimenti collassa, si abbassa, tu quando togli lo stampo dal forno ci metti subito un vassoio sopra e la giri di colpo e poi la lasci lì per un po’, nel frattempo prepari lo sciroppo e quando la torta è fredda ci metti di nuovo lo stampo sopra e la rigiri. Con uno spiedino di legno pratichi dei fori e poi ci versi lo sciroppo così da far impregnare bene tutta la torta, quando è ben inzuppata la rigiri sul vassoio ed è pronta. Questa dose è per uno stampo da 26/28 cm e versi fino a dove arriva, quando lievita arriverà fino al bordo, se invece hai uno stampo da 28 cm ma non di questi americani lo imburri e infarini e comunque appena esce dal forno devi girarla, non mettere lo stampo in nessun collo di bottiglia altrimenti se cade si spatascia, se hai altre domande puoi farmele anche sulla chat di fb, fammi sapere, dai regalaci una bella foto, il dolce è stupendo, ma sono tutte molto buone le Chiffon…ciao cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *