tamara.giorgetti@gmail.com

Cherry Pie

Cherry Pie

Cherry Pie, solo il nome mi fa innamorare, è poetico, pronunciandolo si  pregusta già il sapore delle ciliegie, il liquido che cola mentre si addenta la fetta e la  pasta brisée di Martha Stewart scricchiola in bocca come fosse pasta sfoglia, croccante e sapida al punto giusto.

Io non sono una grande estimatrice degli States, non sono mai entrata in sintonia con questo Paese, ma ci sono alcune ricette che amo in modo particolare: le torte e il pane. Pur non dimenticando il pane delle nostre realtà dobbiamo dire che i pani americani sono molto particolari, ne hanno di tutti i tipi e dobbiamo riconoscergli il merito di aver inventato il famoso pane senza impasto cotto in pentola con lievito madre, e di essersi portati in giro per mezzo mondo il lievito madre mischiando così varie colonie di lieviti. Ma è  sui dolci che riescono a dare il massimo. non a caso hanno inventato loro il cake designe. Le loro torte sono famose, le fruit cake, la apple pie, la cherry pie sono famose in tutto il mondo per non parlare delle chiffon, angel, per non parlare delle cheese cake, vere opere d’arte, insomma hanno dei dolci di un certo livello e proprio di una Cherry pie oggi vi lascio la ricetta.

Ho visto qualche giorno fa la fotografia di una Cherry Pie e mi sono ricordata che l’anno scorso non ho fatto in tempo a mettere neppure il clafutis di ciliegie perché la stagione era finita quindi mi devo sbrigare mi sono detta altrimenti faccio il bis, la frutta estiva ha una durata più corta di quella invernale.

cherry pie

Ingredienti per una teglia da crostata di 22 cm:

  • 320 g di farina O
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino e mezzo di sale grosso, rosa dell’himalaya
  • 255 g di burro freddo, tagliato a pezzi di 2 cm
  • 7 cucchiai di acqua ghiacciata

Mescolate gli ingredienti secchi, la farina, lo zucchero e il sale grosso dentro ad un cutter (un robot da cucina).

Incorporate il burro. Unite il burro tagliato a quadretti di due cm e lavorate sempre con il cutter fino ad avere un prodotto con delle grosse briciole, a questo punto cominciate ad inserire l’acqua ghiacciata, io non sono mai andata oltre le 3 cucchiaiate, l’impasto sarà perfetto liscio e omogeneo, raccoglietelo a palla schiacciatelo e dividetelo in due, una parte poco più grande che servirà per la copertura,  avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 1 ora.

Per il ripieno:

  • 1 kg di ciliegie
  • 100/120 g di zucchero dipende dal tipo di ciliegie se non sono molto dolci potete aumentare
  • 3 cucchiai rasi di maizena
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 30 g di burro
  • le bucce di un limone tagliate con il rigalimoni

Denocciolare le ciliegie e metterle in un tegame con lo zucchero e farle cuocere per 10 minuti, aggiungete la maizena e continuare a girare fino a che non cominceranno ad addensarsi, spegnete unite la cannella e le bucce tagliate finissime. Fate raffreddare.

Riprendete la pasta e tiratela della misura della teglia, o meglio qualche centimetro di più, rivestite lo stampo da crostata metteteci le ciliegie e ricoprite con l’altra pasta tirata di una misura un po’ inferiore, attaccare i due bordi insieme e schiacciarli dandogli una forma carina, praticare un foro al centro delela torta tipo un camino per far uscire il vapore e cuocere a 200°C per 10 minuti, portare poi la temperatura a 190°C per almeno 60/70 minuti fino ad avere una buona doratura della cherry pie. Fatela raffreddare per 4 ore su una griglia e poi copritela con carta stagnola, non mettetela in frigorifero perché la crosta diventerebbe molle. Amo la Cherry Pie com in inverno la Apple Pie, provatele sono degli scrigni stupendi che racchiudono meravigliosa frutta.

 

cherry pie

cherry pie

 

logo-209x300Con la ricetta della Cherry Pie partecipo alla tappa dell’Abbecedario culinario mondiale, organizzato dalla Trattoria MuVarA, ambasciatrice di questa tappa è Simona di briciole, oggi siamo a Minneapolis.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 6 Comments

  1. sabrina

    Dimmi com’è???? Lo so già ma dimmi com’é? …quella fettona in primo piano con tutte quelle succose ciliege…sono rimasta rapita e con una voglia folle di questa torta!

  2. Maurizia Le Ricette del Pozzo Bianco

    …… hai ragione….. solo il nome ti fa innamorare…… poi la tua presentazione è così bella….. quasi si sente il profumo!

  3. TamTam

    ciao cara, grazie ;), adesso fare le foto è faticoso con questo caldo e la luce è troppa, ho dovuto aspettare che andasse giù il sole…

  4. Simona

    Ti è venuta proprio bella. Grazie per il contributo alla tappa USA dell’Abbecedario.

  5. sabrina

    Eccomi, come già sai l’ho fatta appena ho avuto le ciliege, ho cambiato la pasta per evitare grassi è venuta molto buona lo stesso e il ripieno è da oscar!

    1. TamTam

      vorrei sapere che pasta hai usato perché non ho trovato la ricetta precisa di Montersino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *