tamara.giorgetti@gmail.com

CANEDERLI VERDI per Quanti modi di fare e rifare

Siamo al 6 giugno, non sembra lo so, fa ancora freddo e piove, piove molto, il nostro clima, ha smesso già da alcuni anni di regalarci le 4 stagioni, quelle belle primavere fresche, estati calde, ma non soffocanti, il 2003 è stato l’anno della calda estate ed è stato l’anno che ha segnato il confine del cambiamento climatico. Mentre scrivo, sono le 23,30 sta piovendo e oggi, leggevo poco fa, i Castelli romani sono stati ricoperti da un manto bianco: grandine, ne è caduta tanta da coprire tutto con un manto candido tipo neve e forse sarà un’estate perturbata, pazienza. Comunque questi buonissimi  knodel o canederli sono molto adatti ad un clima fresco vista la loro origine. 



Ed eccoci nella cucina di Antonella con i  canederli verdi. Mi piacciono molto  queste semplici polpette di pane, e li faccio in inverno, sono il ricordo di belle vacanze passate in qui luoghi, questo e altre prelibatezze tra cui il mitico strudel, ecco quello mi fa impazzire, anche al marito che non mangia nulla e spesso mi dice, fai lo strudel…ed io lo faccio spesso, bene andiamo ad illustrare la ricetta. Per quella di Antonella, andate qui nel suo blog, io ho ridotto le dosi e cambiato il pane, per il resto sono uguali.

Ingredienti:

500 grammi di spinaci
2 cucchiai di farina 0
1 uovo bio
80 grammi di pane raffermo, ho usato il mio 
125 grammi di fontina e reggiano
sale
salvia, un bel ciuffo
100 grammi di burro


Lavate gli spinaci e metteteli in una padella senza acqua, quella del lavaggio sarà sufficiente, 5 minuti con il coperchio e poi metteteli a scolare, appena freddi strizzateli e poi frullateli, io li ho sminuzzati con il coltello.
Tagliate il pane a quadrettini, mettete tutto in una ciotola, spinaci, pane farina, l’uovo, la fontina tagliata a  dadini, e il parmigiano, impastate bene e poi fate delle palline, per la misura prendete come modello una pallina da ping-pong/golf, dipende da come le volete grandi. Mettete una pentola con acqua sul fuoco, appena bolle, aggiungete del sale e  calate 2/3 canederli per volta, appena vengono a galla prendeteli con la schiumarola e passateli nella padella con burro e salvia che avevate preparato precedentemente. Fateli insaporire e poi spolverateli di parmigiano. Sono un’ottimo primo piatto, molto sostanzioso.

Print Friendly

This Post Has 0 Comments

  1. Cuochina

    Buongiorno Tamara!
    Che bello anche oggi ci siam ritrovati
    e di golosi canederli verdi ci siam abbuffati!
    Trovar la verdura tra la pioggia battente
    non è stata impresa da niente..
    Ma per noi Cuochini è cosa normale
    non ci spaventa nemmeno il temporale!
    Ed eccoci qui dalla cara Antonella, tutti arrivati
    e alla sua tavola ci siam sistemati!
    Grazie mille

  2. ELENA

    da noi a Lucca inizia a venir fuori il sole, e complimenti per la ricetta, l'hai fatta benissimo. Buona giornata

  3. soleluna

    Buonissimi anch'io li ho conditi con burro e salvia e sono ottimi ciao Luisa

  4. stella

    ciao Tamara bellissimi i tuoi, in effetti anche noi quando li abbiamo mangiati c’era un clima proprio invernale, infatti il giorno dopo abbiamo mangiato anche la polenta 😀
    ciao ciao

  5. raffy

    stupendi, perfettiiiiiii!! li divorerei a quintali!!

  6. Nadia

    Complimenti sono perfetti bella anche la tua presentazione con la salvia fresca !!!!!
    Buona giornata:D

  7. vickyart

    speriamo che si stabilizzi questo tempo! buonissimi con il burro e la salvia! ciaooo

  8. Donatella

    Belli i canederli belle le foto, complimenti per questa splendida realizzazione.

  9. ornella

    Qui oggi c’è il sole ma le temperature si sono abbassate parecchio negli ultimi giorni di pioggia! Ci stanno proprio i canederli:-) Bellissima la tua versione, perfettamente rotondi! Un abbraccio

  10. francesca

    Perfetti questi canederli e non parliamo dell’estate che mi viene un magone!
    francesca

  11. Un'arbanella di basilico

    Ciao Tam hai proprio ragione sul tempo, anche qui il tempo fa il matto, si è messo al bello ma fa freschino soprattutto alla sera. E allora godiamoci i canederli, e mi godo anche le palacsinte qui sotto 🙂 bacioni

  12. vittoria

    Anche da noi le giornate sono state fredde e i canederli ci stavano proprio bene, che buoni con la fontina!
    Ciao e alla prossima!

  13. Mariabianca

    Li ho provati solo una volta…..che voglia!!!!Brava Tamara,belle foto.

  14. daniela64

    Deliosa la tua verione. Un abbraccio, buona serata Daniela.

  15. Antonella

    Hai ragione…siamo a giugno ma del caldo nemmeno l’ombra…anche perchè non c’è il sole quindi…complimenti per queste pallette belle verdi verdi tondissime e perfette…impiattamento elegante…bè…non aggiungo altro se non un ringraziamento anche da parte di Rino,per aver condiviso la sua ricetta…

  16. Alessandra

    I canederli li faccio spessissimo e mi piacciono da matti, inclusi quelli verdi! Sicuramente un piatto da valorizzare di più! 🙂

    Ciao
    Alessandra

  17. mm_skg

    Che belle foto, molto invitanti!
    Buonissimi i tuoi canederli sono così perfetti!
    Ciao e alla prossima!

  18. anna

    Penso che le quattro stagioni siano sparite in molti continenti, difficile raccapezzarsi con il tempo: caldo, freddo, afa, tutto nella stessa giornata.
    Bellissimi e ben presentati i tuo canederli.

  19. Fr@

    Ti sono venuti tondi tondi.

  20. elena

    Buoni vero? immagino con la fontina…. bellissimi i tuoi piatti! un bacio!

  21. Tamtam

    grazie a tutte mie care amiche dei Quanti e non, ormai questo nostro appuntamento mi ha coinvolto totalmente, è quello che sento più di tutti, aspetto il 6 del mese con grande piacere, un abbraccio a tutte voi

  22. Pinko Pallino

    Bellissimi…nellaloro semplicità sono gustosissimi!!
    Un abbraccio!

    1. Fabipasticcio

      Ciao Tamara arrivo per ultima, ma ci tenevo a farti i complimenti per questa versione dei canederli. più riguardo le foto e mi più viene l’acquolina.
      Buon fine settimana e a rileggerci presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *