tamara.giorgetti@gmail.com

Aglio maschio sott’olio

Aglio maschio

Con lo stesso sistema dei carciofini ho deciso di conservare l’aglio maschio. Non è facile da trovare, bisogna avere un banco al mercato, come si dice a Roma di vignaroli, di persone che hanno la propria terra e che ci capiscano qualcosa…
Io ho la fortuna di andare nello stesso mercato da quasi 40 anni e di conoscere un po’ tutti, e chi abita a Roma sa che il mercato di via Catania è un buon mercato, pieno di merce di prima qualità. Fabio, il mio macellaio ha la carne danese, meravigliosa, i polli della Val di Chiana, minimo un paio di ore di cottura, ed  è Esterina (la contadina!!!)  la mia fornitrice di verdure ed erbe, di uova di papera e di oca, di porri selvatici, di graspignoli, porcacchia, erba cipollina, borragine, rucola selvatica, pimpinella e tutte le erbe che si trovano in primavera…è una vera delizia, provate a mangiare un’insalata così  e non mangerete più quelle in busta, ci vuole un po’ a lavarle, ma nessuno ha mai detto che la buona cucina è anche veloce!!!!!…a proposito, l’aglio maschio non sa di aglio, si può mangiare benissimo.

Print Friendly, PDF & Email

This Post Has 0 Comments

  1. Ely

    questa è davvero un prelibatezza, qui da noi ne mai visto ne provato! che bello poter avere un banco del mercato così 🙂 buona domenica! Ely

  2. Tamtam

    ciao Ely!. grazie della visita…i mercati rionali dovrebbero esserci in tutte le città, da voi non ci sono? poi le erbe ovviamente ad Aosta si troveranno erbe diverse che a Palermo, però le erbe si trovano sempre perché sono in tutti i campi, bisogna conoscerle e chiederle, ma io vengo dalla Maremma!!! terra di grandi contadini e anche se la nostra famiglia non era contadina, la mia mamma conosce tutte le erbe che crescono nei prati, come conosce tutti i funghi (vedrai il prossimo autunno che zuppa di funghi!) ed io sono cresciuta con l’amore per le erbe…tu di dove sei? prova a chiedere, magari ci sono anche lì…buona domenica

  3. Simonetta

    Un aglio che non sa di aglio..mi piacerebbe provarlo, visto che l’altro aglio (femmina???) non lo digerisco

  4. Tamtam

    è la parte finale del fiore dell’aglio, che se non si toglie diventa quel bellissimo fiore azzurro-viola e non sa di aglio…te lo porto insieme ai carciofini…

  5. ALME

    Complimenti Tamtam,sei una che mi piace assai,capisci il perche dico questo…
    1) Ami le cose “strane” per gli altri come me
    2) hai ben capito che la cucina “lenta ” è la migliore vedi il mio ragu alla napoletana..1 notte di cottura
    3)Hai ben capito i sapori delle cose semplici
    4)capendo tutto questo hai capito di amare la natura
    COMPLIMENTI!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *